Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Controllo degli ormoni tiroidei

ho 30 anni e inseguito a tachicardia dopo mangiato per tre giorni consecutivi ho eseguito i seguenti esami strumentali: ecg = BBD incompleto ecocardiogramma=neg Holter=ritmo sinusale fc 73/min(min.61-Max 112/min). ectopie a qrs largo, monomorfe, non precoci,isolate, verosimilmente sovraventricolari a conduzione aberrante. due ectopie ventricolari monemorfe,isolate. non puse rr patologiche. tratto st invariato rispetto al basale non intomi. mi sono stati prescritti esani ematochinici di routine + ormoni tiroidei. Il cardiologo mi ha detto di non preoccuparmi però io sono sempre stanco . una cosa non ho detto al mio cardiologo ed è quella che prendevo delle compresse di supradin può questo causare tachicardia?
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
Un aumento della frequenza dopo mangiato e’ fisiologica e a volte puo’ aumentare se la digestione e’ lenta e prolungata. Nel suo caso (anche se non so di che tachicardia si trattasse e quale fosse la frequenza cardiaca) gli accertamenti sembrano negativi e non sono presenti tachicardie di alcun tipo. Concordo con la necessita’ di eseguire un controllo degli ormoni tiroidei. Se tutto risulta normale deve solo provare a ridurre’ la caffeina, le bevande gasate e tutto cio’ che puo’ affaticare il suo sistema digerente.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma