Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Tiroidite di Hashimoto con nodulo: iniziare o no la terapia dello specialista?

Buonasera,

sono una giovane di 33 anni. Nel 2010 a seguito di un controllo ecografico della tiroide mi fu diagnosticata “immagine nodulare, a limiti regolari, anecogena, simil-cistica, del diametro max di mm 4,9 x 4 x 4,7”. Nel tempo, pur non presentando sintomatologie particolari, ho effettuato continui controlli ecografici e al sangue per seguire l’andamento degli ormoni tiroidei. Così, nel 2012 ho scoperto di essere affetta da tiroidite di Hashimoto. Dal 2012 fino al 2016 i ripetuti esami degli ormoni tiroidei e il TSH sono sempre risultati entro i parametri normali e anche il nodulo è rimasto pressoché invariato, per cui l’endocrinologo non ha ritenuto opportuno sottopormi ad alcuna terapia. Il 12-03-2018 ho effettuato le analisi al sangue che hanno dato i seguenti risultati: fT3: 3,1 pg/mL (valori normali 2,18 - 3,98) fT4: 0,86 ng/dL (valori normali 0,76 - 1,46) TSH: 7,67 µlU/ml (valori normali 0,35 - 3,74) Il 27-03-2018 ho ripetuto le analisi ottenendo i seguenti risultati: fT3: 3,32 pg/mL (valori normali 2,18 - 3,98) fT4: 0,75 ng/dL (valori normali 0,76 - 1,46) TSH: 11,80 µlU/ml (valori normali 0,35 - 3,74) Anticorpi ANTI-tireoperossidasi: 385 lU/mL (valori normali 0 - 34) Anticorpi ANTI-tireoglobulina: 84 lU/mL (valori normali 0 - 40) Giorno 5-04-2018 sono tornata dall’endocrinologo che mi ha prescritto la seguente terapia: Eutirox 100: 1/2 cp al mattino per una settimana e dopo una cp per 5 mesi. Poi controllo. Scrivo perché vorrei sentire il vostro parere sull’opportunità di iniziare o no la terapia e sul dosaggio assegnatomi, soprattutto perché lo specialista mi diceva che la cura, una volta iniziata, potrebbe durare a vita. Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Risposta del medico
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio

è in ipotiroidismo quindi ovviamente deve sostituire l'ormone mancante. Una volta sviluppato l'ipotiroidismo non si risolve (tranne in condizioni particolari, che non credo siano il suo caso perché ha una tiroidite di Hashimoto). L'adeguatezza del dosaggio va controllata con il prelievo per TSH

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Prov. di Catanzaro
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Diabetologia e malattie del metabolismo
Prov. di Rieti
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Pediatria
Bari (BA)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Napoli (NA)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio
Catania (CT)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina generale e Endocrinologia e malattie del ricambio
Milano (MI)
Specialista in Endocrinologia e malattie del ricambio e Medicina del lavoro
Carmignano (PO)
Specialista in Biochimica clinica
Prov. di Treviso
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del ricambio
Roma (RM)
Specialista in Biochimica clinica e Medicine non convenzionali
Prov. di Forlì Cesena