Buongiorno, sono un uomo di 46 anni, da sempre in buone condizioni di salute (accertate anche ultimamente da numerosi esami eseguiti). A seguito di situazioni stressanti, da qualche tempo soffro di ansia a sfondo ipocondriaco il cui maggior sintomo psicosomatico è una gastroesofagite che sto curando con Levopraid (3 compresse/gg), Inoltre, ho saltuariamente episodi di "tuffo al cuore", o comunque sensazioni di palpitazione a livello retrosternale che non so classificare se come extrasistole o peristalsi esofagea. Pur senza alcun effetto avverso, innescano una sensazione di ansia con relativa tachicardia ed in alcuni casi crisi ansiose anche di forte intensità. Ho eseguito diversi ECG, ecocardiogramma, test da sforzo, dosaggio ormoni tiroridei, enzimi cardiaci, ecc. senza alcuna evidenza patologica. Queste sensazioni sono compatibili con i problemi gastrici ? A vostro parere la cura prescrittami è appropriata ? Grazie per l'attenzioneCordiali saluti