Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

02-05-2013

Cure sostitutive all'intervento

buongiorno, ho 71 anni e nel 2001 sono stata operata alla valvola mitralica (non sostituzione ma riparazione della stessa) ed ora mi e' stata diagnosticata una insufficienza tricuspidale severa, con conseguente ripercussioni sul funzionamento dei reni (per ora non ancora troppo compromessi- cle arance creatininica 37). Tanto per non farmi mancare nulla, le permetto che nel 1994 ho subito una paratomia totale (cellule sospette), nel 1996 metastasi dello stesso tipo di tumore all'esofago, diaframma con chemioterapia, nel 1998 mi e' stata diagnosticata una sclerodermia e successivamente, nel 2001, la mitralica. Con il problema attuale, il cardiologo ipotizza un intervento alla tricuspide ma la cosa mi lascia perplessa per i rischi legati ad un intervento simile. Esistono cure sostitutive? L'eventuale intervento ( considerata l'evoluzione della medicina) e' molto invasivo? Pericoloso?grazie. Domenica
Risposta

Alla stratificazione del rischio chirurgico operatorio concorrono vari parametri tra cui l’età,le comorbidità(patologie associate),lo stadio/grado della patologia cardiovascolare in rapporto alle alterazioni della cinetica cardiaca, precedente intervento cardochirurgico.
I dati da Lei forniti necessitino di un suppletivo inquadramento diagnostico al fine di determinare il rischio associato ad un eventuale intervento cardochirurgico.
Per ciò che concerne,invece, l’indicazione alla correzione del vizio valvolare tricuspidalico, essa dovrà essere valutata sulla base del quadro clinico (sintomatologia-dispnea)-strumentale (ecocardio).
Utile potrebbe rivelarsi una ottimizzazione della terapia farmacologica (adeguata terapia diuretica), in attesa della valutazione di un eventuale intervento cardiochirurgico, compatibilmente con il quadro clinico.
SI RIMANE A DISPOSIZIONE PER ULTERIORI E/O EVENTUALI CHIARIMENTI.
GRAZIE.

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!