Gentile dottore, mi chiamo Federico, ho 22 anni, peso 73 chili e sono alto 165 cm. Due anni fa mi sono stati diagnosticati attacchi di panico con agorafobia, dopo che ne soffrivo già da due anni prima. Gli attacchi si verificavano con un respiro leggermente affannato, mani sudate, dolori allo stomaco e soprattutto un imbarazzante problema di dissenteria. Si manifestavano principalmente nei luoghi pubblici, più specificatamente in autobus. Ad oggi, dopo essermi diplomato, non ho più preso l'autobus per tratti più lunghi di 15 minuti e nel complesso sembrano si siano molto attenuati. Un mese fa ho fatto le analisi per le intolleranze alimentari ed è venuta fuori l'intolleranza al lattosio, già da me identificata nei primi mesi in cui sono iniziati i sovraelencati problemi e quindi premetto che i latticini li avevo già eliminati (non del tutto) qualche anno fa. Oggi, oltre a qualche piccolo attacco di panico, che riesco a controllare quasi alla perfezione, ho almeno un attacco di diarrea a settimana se sono fortunato. Generalmente si presentano con periodi di forte stress, quando mangio un pò più del dovuto e quando mi corico appena dopo aver consumato un quasiasi pasto. Vi prego di aiutarmi. La mia vita sta diventando un inferno. Quando esco di casa ho sempre paura di avere un attacco di diarrea e sto uscendo sempre di meno per questo problema che mi sta condizionando la vita. Grazie in anticipo.