L'influenza intestinale, conosciuta in medicina come gastroenterite virale, è un disturbo molto comune a tutte le età che si manifesta con diversi sintomi a carico prevalentemente dell’apparato gastro-intestinale.

Quando il virus entra nell’organismo scatena un’infiammazione alle pareti dello stomaco/intestino che può protrarsi per giorni e causare problemi soprattutto di disidratazione.

Vediamo nel dettaglio i sintomi e i rimedi più indicati.

I sintomi dell’influenza intestinale

L’influenza intestinale può essere scatenata da diversi virus (norovirus, rotavirus, adenovirus, astrovirus ecc.) e a seconda della tipologia manifestare i suoi segnali dopo un tempo di incubazione che varia tra le 12 ore fino a 4-5 giorni.

I sintomi tipici che accompagnano l’influenza intestinale comprendono:

  • scariche di diarrea acquosa (più evacuazioni al giorno)
  • dolore addominale anche con crampi
  • nausea e vomito

Occasionalmente possono comparire anche dolori muscolari, mal di stomaco e febbre. Di solito la loro durata non va oltre 1-2 settimane.

Influenza intestinale: cosa mangiare?

Vomito e diarrea comportano generalmente la perdita di elementi preziosi per l’organismo come liquidi e sali minerali. Dunque, il primo consiglio è di bere molto.

Da preferire poi il consumo di carboidrati complessi, come patate, riso, pasta, pane e carni bianche e pesce, suddivisi in 5-6 pasti quotidiani.

Bisognerà evitare invece:

  • latte e latticini che peggiorano le scariche diarroiche;
  • alimenti grassi, fritti, troppo conditi in quanto difficili da digerire;
  • le verdure, soprattutto quelle crude perché più ricche di fibre;
  • la caffeina in quanto favorisce la motilità intestinale;  
  • gli alcolici e, in generale, le bevande zuccherine che possono aggravare le condizioni dello stomaco.

Rimedi contro i virus intestinali

Nella maggior parte dei casi non occorrono cure specifiche per trattare l’influenza intestinale, poiché tende a risolversi da sola, avendo cura di riposare e seguire alcune semplici accortezze:

  • assumere probiotici per ripristinare la flora batterica intestinale;
  • prendere integratori alimentari a base di magnesio e potassio, utili per un pronto recupero delle forze;
  • mantenere una buona idratazione bevendo acqua, tè e tisane, brodi, centrifugati e spremute;
  • seguire una dieta leggera, povera di grassi e con cibi facilmente digeribili.

Gli antibiotici, invece, non sono raccomandati perché non sono farmaci efficaci contro i virus.

Hai bisogno di parlare con un medico?

In genere, se i sintomi non tendono ad un miglioramento delle condizioni nel giro di qualche giorno, o nel caso di soggetti a rischio, è necessario rivolgersi al medico.

Se hai dubbi o particolari urgenze, puoi trovare un medico disponibile alla consulenza via chat su Paginemediche. Clicca qui.