05-12-2003

Da circa 10 anni faccio le analisi della prova

Da circa 10 anni faccio le analisi della prova epatica: got, gpt, ggt e fosfatasi alcalina normali; lievemente alterata la birilubina totale: 1.40. Il mio medico mi ha diagnosticato la Sindrome di Gilbert. E' probabile? Ho fatto una ecografia: fegato nei limiti volumetrici superiori regolare per morfologia e contorni ad Ecostruttura addensata prevalentemente iperecogena come da verosimile Steatosi epatica senza alterazioni ecostrutturali di tipo focale. Colecisti pluriangolata a pareti regolari ed alitiasica. Porte e vie biliari nei limiti. In che condizioni è il mio fegato?Nel 96 ho eseguito la tireidoctomia totale e sono in cura con eutirox; c'è relazione con la steatosi? Se farò le visite mediche per entrare in fabbrica la birilubina alterata può essere motivo di non assunzione? grazie anticipatamente. Distinti saluti.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La bilirubina elevata è molto probabile che rientri nella condizione benigna, costituzionale, che prende il nome di sindrome di Gilbert, per la quale, una volta riconosciuta, non si fa proprio nulla. Per quanto concerne invece la statosi epatica, essa può riconoscere varie cause tra cui la più frequente è rappresentata dalla obesità/eccesso ponderale. Per cio prima di tutto valuti il suo indice di massa corporea (si pesi su di una bilancia e si misuri l’altezza corporea. Poi moltiplichi per se stesso il valore dell’altezza corporea espressa in metri, ad esempio, se è alto 1,75 metri, faccia 1,75 x 1,75. Divida il suo peso corporeo per il prodotto che aveva precedentemente ricavato. Se il numero che troverà sarà inferiore a 24 si trova nella classe dei soggetti normopesi; se supera 24 fino a 30 sarà tra quelli con eccesso ponderale; se supera i 30 è obeso). In caso di eccesso ponderale va adottata una dieta ipocalorica per dimagrire e tornare ad un peso normale. Escluderei che la sua statosi sia dipendente dall’eutirox.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!