Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-11-2006

Dalle ultime analisi effettuate risulta che il

DALLE ULTIME ANALISI EFFETTUATE RISULTA CHE IL LIVELLO DI COLESTEROLO è DI 200 MG/DL, L'HDL è 32 MG/DL, I TRIGLICERIDI 110 MG/DL E IL FIBRINOGENO DERIVATO 450 MG/DL. CON TALI VALORI AVENDO UNA FAMILIARITA' A RISCHIO INFARTO (MIO NONNO E MIO PADRE) MI POSSO CONSIDERARE ANCHE IO A RISCHIO? QUALI I RIMEDI. GRAZIE.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
I suoi valori di colesterolo totale e HDL non sono effettivamente ottimali, ma nella stima del rischio cardiovascolare del singolo individuo vanno considerati, oltre ai livelli di colesterolo ed alla familiarità per infarto, i valori di pressione arteriosa e di diabete mellito, e l’abitudine o meno al fumo di sigaretta. In ogni caso comunque, il suo livello di rischio è senz’altro superiore ad un suo pari età senza la significativa familiarità per infarto che lei esibisce. Per ridurre il suo livello di rischio è necessario diminuire il consumo di grassi animali ed incrementare quello di frutta e verdura, oltre ad effettuare regolare attività fisica quotidiana, diminuire il consumo di sale ed abolire il fumo di sigaretta (se lei è un fumatore) per ottenere calo di peso e valori ottimali di pressione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!