02-08-2017

Defecazioni mattutine non compatte: colon irritabile?

Salve, sono un ragazzo di 36 anni, peso 80,200 kili e sono alto 1.76 cm. Volevo esporre il mio attuale problema. Dall'entrata dell'estate e del caldo, che soffro particolarmente, ho comincito ad avere delle defecazioni mattutine non compatte, solitamente sono due al mattino una con feci spezzettate compatte morbide, la seconda più liquida. Ho avuto anche casi di nausea mattutina che il mio medico ha attribuito alla gola arrossata, io credo che la gola arrossata era data da casi di reflusso notturno, visto che una sera mi è capitato durante la notte di alzarmi e sentirmi risalire i succhi gastrici in gola.
Premetto che sono un soggetto ansioso e che in estesta la situazione si accentua, il mio medico generico mi ha prescrito Vagostabil e io visto l'esperienza di reflusso la sera prima di andare a letto ho preso per una settimana il Riopan. Il Vagostabil dopo la seconda somministrazione l'ho interrotto, non mi ha dato delle buone sensazioni fisiche e ho preferito interromperlo. Ho continuato per almeno una settimana con il riopan e stanco di vedere comunque le mie feci frastagliate e molli chiesi al mio medico se potevo prendere il normix, anche se non convinto lo sto prendendo uno al giorno per sei giorni ma le feci restano ogni mattina uguali. C'è anche presenza di aria nello stomaco. La nausea non è più presente e spesso l'ho anche attribuita alle cervicali.

Tutto mi spinge verso la teoria del colon irritato, in passato ho avuto casi simili ma non con una cosi persistenza di feci molli e frastagliati. L'anno scorso ho risolto con un periodo di fermenti lattici cosa che questo anno non ha dato i suoi frutti. Premetto che spesso quando mi capita dello stress la prima cosa che succede è un attacco di diarrea, tutti i miei stati d'animo colpiscono lo stomaco. Quello che mi limita e che se la mattina se non vado in bagno almeno due volte non posso uscire di casa e in estate andando al mare presto con i miei amici e facendo lunghi tragitti in autostrada questo mi crea grossi disagi. Non so più che pensare, ho paura che sia qualcosa di più grave della sindrome del colon irritabile. Vorrei un parere in merito. Le feci anche se molli e frastagliate e spesso a seconda defecazione quasi del tutto liquide e alcune volte mi è capitato di vederle andare a fondo sono di colore marrone normale. Resto in attesa di un vostro parere. Grazie PS: in inverno questo problema non è mai presente, con il freddo non mi capita di soffrire cosi' di stomaco è raro in estate sempre.

Risposta di:
Dr.ssa Ida Fumagalli
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Diabetologia e malattie del metabolismo
Risposta

Premetto che così a distanza senza una vera visita completa non posso esprimermi più di tanto. Le motivazioni di questo disturbo potrebbero essere varie. Credo che comunque siano da escludere infezioni intestinali, epatite A, parassiti intestinali. Se non ci fosse nulla a quel livello andrebbe anche indagata una eventuale intolleranza alimentare. Una cosa che può fare già è provare per una settimana a evitare latte e latticini se non ha già provato. È un percorso da fare gradualmente senza preoccuparsi.

TAG: Colonproctologia | Gastroenterologia | Intestino | Medicina generale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!