Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-12-2002

Desidervo dei chiarimenti, premetto che giaà li

Desidervo dei chiarimenti, premetto che giaà li ho chiesti al mio ginecologo, e quest'ultimo e stato evasivo ma chiaramente non era ferrato sull'argomento. Ho fatto due prelievi per il dosaggio dell'Alfafetoproteina (un prelievo serviva per il tri test); la prima volta fu estremamente basso, al di sotto del range dei valori di quel periodo, la seconda volta fu di nuovo basso, ma il valore del tri test fu negativo rischio 1:822. Mi chiedo che senso ha fare il dosaggio della sola alfafetoproteina?
Volevo capire un'altra cosa: quando mi danno il valore 24ng/ml e 0.63 MoM cosa significa? Il MoM dovrebbe essere vicino al valore 1 per essere normale il valore dell'alfafetoproteina? grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, il tri-test è un "test di screening", cioè un test che serve per selezionare, all'interno di una popolazione a basso rischio, le donne che hanno un rischio più alto. Il test ha dimostrato di avere una sua validità solo se fatto una volta sola e dopo datazione ecografica. Il calcolo del rischio personalizzato deve tener conto dell'età materna, del peso materno, dell'età gestazionale (calcolata in base all'ecografia). Non ha senso ripetere più volte il test né fare dosaggi di alfafetoproteina, perché essa da sola non dà risultati attendibili. Seppur vero che nelle gravidanze con feto affetto da trisomia 21, l’AFP è più bassa (0.7 MoM) che nelle gravidanze con feto sano (1.0 MoM), il risultato del tri-test è il dato dell’integrazione dei tre analiti insieme.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!