L’ESPERTO RISPONDE

Deviazione assiale

Nell'ultimo ECG, risultato normale, nella conclusione, è stata indicata una deviazione assiale sx. Si tratta di una deviazione della conduzione? Come va interpretata? E' suscettibile di evoluzioni negative? Il paziente ha 77 anni. Ringraziando di Cuore. La figlia.
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
La deviazione assiale sinistra, di per sé non è una patologia ma un caratteristica elettrocardiografica. Non è certamente una anomalia della conduzione come quelle che possono comportare l’impianto di un pacemaker. Non ha inoltre precisato le caratteristiche cliniche di Sua madre, in particolare se è un’ipertesa: questa caratteristica elettrocardiografica è frequente nell’ipertensione. Pertanto potrebbe trattarsi solamente un segno di possibile ipertrofia ventricolare sinistra (eventualmente valutabile con un ecocardiogramma) o, anche, di una semplice alterazione conseguente all’età. Ritengo che quindi non vi sono particolari motivi di preoccupazione e che non vi è assolutamente alcuna terapia specifica a parte, se necessario, il controllo dei valori tensivi, che anche all’età di Sua madre non devono superare i 140/90 mmHg.
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Alluce valgo: come alleviare il dolore
Alluce valgo: come alleviare il dolore
4 minuti
Torcicollo, come combattere il dolore
Torcicollo, come combattere il dolore
4 minuti
TAC (Tomografia Assiale Computerizzata): a che cosa serve
TAC (Tomografia Assiale Computerizzata): a che cosa serve
3 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna