Buongiorno, due anni e mezzo mi sono sottoposto a circoncisione per fimosi. Durante i rapporti si creavano delle piccole lacerazioni sull'asta del pene che poi faticavano a rimarginarsi. Il problema è diventato sempre più frequente tanto da impedirmi di avere rapporti, per questo mi sono operato. L'operazione, a detta dei medici, è ben riuscita. La guarigione è stata un po' lunga e mi è rimasto uno spesso strato di pelle sotto il glande, ma, estetica a parte, mi hanno detto che era tutto ok. E così è stato fino a 20 giorni fa, quando durante un rapporto di nuovo si è creata una piccola ferita sull'asta sotto il glande, vicino al frenulo (più o meno la solita posizione). Premetto che non avevo rapporti da circa 7-8 mesi perché mia moglie in gravidanza non se la sentiva. Eravamo entrambi un po' tesi, quindi è stato tutto un po' "macchinoso". A parte questo durante il rapporto niente di strano, ma qualche ora dopo avverto il solito bruciorino... Ora, 20 giorni dopo, la ferita è rimarginata, la crosticina è caduta. Continuo ad avvertire un leggero prurito ma soprattutto ho l'ansia di dover ricadere nel vecchio ciclo di astinenza, visite e di dovermi sottopormi ad altri interventi. E' possibile che la fimosi non si sia risolta nemmeno con la circoncisione? Per quanto è meglio che mi astenga da rapporti? Grazie mille