Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

26-06-2017

Diagnosi di ileite cronica

Salve ormai e da 4 anni che soffro di colon irritabile. Dai risultati dall'esame istologico mi è stata fatta la seguente diagnosi: Ileite cronica. Lembi mucosa dell'ileo caratterizzata da edema dell'asse strombale dei villi ed infiltrazione flogistica linfoide, diffusa a carico della tonaca propria. Colite cronica. Minuti frustoli di mucosa del colon con eperemia edema, e roduzione numerica delle strutture ghiandolari ed intensa infiltrazione flogistica linfoide.

La terapia che ho fatto per venirne fuori consisteva nelle seguenti medicine: asacol, tiorfix e kaleidon. Alla fine di questa terapia sembrava essere scomparso del tutto, ma con il tempo sono ricomparsi i sintomi almeno una volta l'anno e l'ho curato in più o meno un mese con una terapia a base di mesalazina.

Veniamo ad oggi, è da marzo che sto lottando con l'aiuto della mesalazina ma niente, nessun miglioramento. Stamattina il dottore curante mi ha prescritto compresse di Mesalazina Dorom da 400 mg e una puntura di triacort da 40mg. Ora mi chiedevo leggendo il foglio illustrativo dalla mia ignoranza non ho trovato nessun nesso tra il triamcinolone acetonide e la mia malattia. Volevo sapere se consigliate o meno il triacort e se avete altri consigli da darmi. Grazie e buona serata

Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta

A mio avviso è necessario approfondire ulteriormente il quadro clinico per giungere ad una più precisa diagnosi. Vi è di fatto, dalla descizione fornita, un quadro di generica infiammazione dell'intestino, e in alcuni casi la terapia proposta sarebbe corretta in linea generale, ma quanto a dosi, modi e tempi di tale terapia occorrerebbe una più specifica individuazione delle cause. Consiglio perciò di consultare uno specialista gastroenterologo. Cari saluti.

TAG: Farmacologia | Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!