Ho avuto risposta dal dottore Fattorini, in seguito a splenomegalia in ragazzo di 12 anni, ricevuta da pochi giorni. Dottore la ringrazio per avermi risposto, ho chiamato il pediatra per avere richiesta degli esami, ma si è sentita scavalcare, dicendomi che per lei non c'era motivo di fare esami invadenti e che comunque lei doveva specificare il perché di queste analisi, che altrimenti dovrebbe farle fare a tutti i bambini in quanto la maggioranza dei bambini hanno la milza ingrossata, che se voglio fare esami del sangue devo farli privatamente e non mi ha specificato quali fare.Ora io mi sono sentita negata un'indagine dal medico che segue mio figlio, sapendo che mi avrà visto nel suo studio poche volte nell'arco degli anni se non in casi veramente necessari. Può una pediatra con esame di eco alla mano con scritto modesta splenomegalia dirmi che l'hanno quasi tutti? che tipo di esami mi consiglia di fare?