Ho 50 anni. Dieci anni fa ho subito resenzione sigma e emicolectomia colon dx per diverticoli. Il funzionamento dell'intestino è sempre stato irregolare ma nella norma. Da un paio di mesi s'è verificata dissenteria con una media di 7 episodi al giorno. Non ho dolori solo molta motilità intestinale e molta produzione di gas. Ho fatto esame feci sangue occulto, parassiti, celiachia, tutti negativi. Con Codex la situazione sta migliorando. Da tre mesi sto assumento Cymbalta 30 come cura antiemicranica. Il gastroenterologo sostiene che potrebbe essere un eccesso di serotonina prodotta da tale farmaco ad attivare troppo l'intestino, il neurologo lo esclude dicendo che l'effetto negativo avrebbe dovuto manifestarsi subito e non dopo un mese e comunque solo con nausea. Interrompere il farmaco vorrebbe dire eliminare il risultato positivo che mi sta portando. Non so come proseguire e a quali delle due tesi affidarmi essendo entrambi due medici molto validi. Che consiglio mi date? Grazie