Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

01-08-2016

Dieta Plank e aumento di peso

Salve, ho 46 anni sono sempre stata un po' in sovrappeso ma con diete anzi educazione alimentare tornavo in linea. Ora dal 2010 ho cominciato a reingrassare (+ 20 kg). Due mesi fa ho provato una dieta molto restrittiva si chiama plank ho perso 5 kg in una settimana ma ovviamente non si poteva sopportare oltre.
Da quando ho smesso ho ripreso 7 chili e non mi sto più fermando nonostante non stia esagerando nel mangiare. Sono preoccupata, non sono in menopausa, ho il ciclo molto regolare, sto solo prendendo da circa 2 mesi deursil perché ho i calcoli biliari ma asintomatici. Aiuto come posso fermare questo aumento di peso esagerato? Grazie (da questa settimana ho anche iniziato a fare la cyclette 30 min tutti i giorni) Barbara
Risposta di:
Dr. Giovanni Orlando
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Risposta
Salve, purtroppo si crede che del nostro corpo si possa fare quel che si vuole aspettandoci una risposta desiderata. Non è così. Si dovrebbe fare una attenta valutazione di come e quando si è aumentati di peso per poi sviluppare un programma che ci porti a ridurlo nel modo meno traumatico possibile.
Credere di poter perdere peso in modo repentino porta l'organismo in toto a valutare questo comportamento come una concreta minaccia a salute e vita, tesaurizza la minaccia e la registra. In tale periodo è facile perdere anche una percentuale di massa magra metabolicamente attiva. Terminato il momento critico, appena possibile reagisce in modo da recuperare il suo peso iniziale con gli interessi. Ciò per assicurarsi che di fronte ad eventuali altre minacce si abbiano più opportunità di sopravvivenza. Tra l'altro il tessuto adiposo non è una massa informe ma un vero e proprio organo, non la tedio con termini come leptina e grielina ecc...
Una madre che si alimenti poco e male durante i primo tre mesi di gravidanza avrà un'altra probabilità di vedere il proprio bambino diventare obeso sin dai primi mesi di vita. Il feroce istinto alla vita ed alla sopravvivenza si manifesta sin dal primo anelito biologico della vita stessa! Se non l'ha già fatto, le consiglio una valutazione della funzionalità tiroidea, affidarsi ad un Medico Specialista in Scienza dell'Alimentazione e redigere puntualmente un diario alimentare giornaliero per almeno tre mesi. L'attività fisica fisica poi non può che essere fondamentale, ma deve essere remunerativa, cioè dare gratificazione o una "guadagno", mi limito, ma non voglio sottrarle ulteriore tempo.
TAG: Dieta | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!