04-05-2017

Difficoltà a deglutire dopo estrazione del dente

Gentili dottori, sono una ragazza di 26 anni. Vorrei porvi questo mio problema che ormai mi affligge da parecchio tempo. Tutto è iniziato circa 7 anni fa con la comparsa di difficoltà alla deglutizione dopo l'estrazione di un dente. Difficoltà intesa proprio come se dovessi sforzare a mandare giù il cibo (prima solidi e poi liquidi). Ho eseguito diversi esami dopo essermi rivolta ad un gastroenterologo: Rx con pasto baritato, gastroscopia, manometria esofagea, ecografia della tiroide. Tutti negativi. Mi è stato detto che era un problema di ansia e quindi ho lasciato stare.

Questo problema persiste ancora e da qualche mese ne ho diversi in più:

  1. non riesco a rilassare i muscoli quando sono sdraiata o anche normalmente quando sono seduta, è come se dovessi contrarli in continuazione, sia muscoli delle gambe, dell'addome, delle braccia e delle spalle. Ciò mi comporta una stanchezza e un dolore ai muscoli non indifferente;
  2. non vado più in bagno come prima, è come se avessi la sensazione di non liberarmi bene, di non completo svuotamento.

Premetto inoltre che tra un paio di settimane dovrò sottopormi ad un intervento impegnativo: malocclusione di terza classe scheletrica. Mi devo preoccupare? sono a rischio? si può trattare di sclerosi multipla? Grazie in anticipo!

Risposta

Buongiorno, se non ci sono dei problemi anatomici o funzionali conclamati, cosa che mi pare di poter rilevare da quanto da lei riportato, penso sia un problema legato all'ansia. Penso che uno psicoterapeuta possa darle una grossa mano d'aiuto.

Questo servizio di consulenza è offerto grazie alla collaborazione con
TAG: Bocca e denti | Malattie neurologiche | Neurologia | Odontoiatria | Psicologia | Salute mentale | Terapie