29-09-2016

Distorsione alla caviglia e attività fisica

Buongiorno, volevo chiedere un parere in merito alla mia situazione: a fine maggio 2016 giocando a calcetto ho avuto una distorsione alla caviglia dx, ho sentito un crack e mi sono recato al Pronto Soccorso. Hanno fatto una radiografia senza riscontrare fratture. All’uscita dal P.S. il dott. mi ha consigliato: tutore bivalva per 20 giorni, ghiaccio, assunzione di antinfiammatorio per 5 gg, e riposo (cosa che è ho seguito alla lettera).Ccontrollo dopo 20 giorni con ecografia.

Nella prima decade di giugno ho effettuato l’ecografia con il seguente sito: “esito di recente trauma discorsivo della caviglia dx con ispessimento del legamento peroneo-astragalico anteriore ma senza apprezzabili raccolte: minima raccolta della tibia astragalica. Assenza di rilievi a carico della tibio-astragalica e del tendine achilleo. Segni di flogosi dei tendini peroneali.”
Il giorno 16/06 ho effettuato il controllo al P.S. con il seguente risultato: il tutore mi è stato tolto e il dott. mi ha detto di assumere reumil per 20 giorni.
A fine agosto ho effettuato una risonanza magnetica con il seguente esito: l’esame RM eseguito con sequenze FSE ed SE pesante in T1, T2 e STIR, sul piano assiale, coronale e sagittale, ha mostrato disomogeneità di segnale a carico del legamento peroneo astragalico anteriore, come per interessamento traumatico distruttivo di grado lieve. Non significative alterazioni delle restanti formazioni legamentose periastragaliche. Sinovite reattiva periastragalica con falda di versamento intrarticolare. Non lesioni delle formazioni tendinee della regione. Non alterazioni osteocondrali. Nella norma il tendine d’achille e la fascia plantare.
Chiedo un consulto sull’esito della risonanza e su cosa fare; è il caso di fare fisioterapia? Inoltre visto che sono un runner vorrei riprendere a correre o almeno a fare passeggiate veloci, posso riprendere a fare attività fisica? Buon lavoro e grazie mille.
Risposta di:
Dr. Roberto Antenucci
Specialista in Medicina fisica e riabilitativa
Risposta
Buonasera, il legamento peroneo astragalico anteriore è uno dei legamenti che stabilizzano la caviglia; dunque se lei svolge attività sportiva è bene, ai fini di prevenire nuovi episodi distorsivi, avere una caviglia "stabile"; ciò si attua eseguendo esercizi di rinforzo della muscolatura locale ed esercizi propriocettivi che hanno proprio la funzione di stabilizzare la caviglia.
Occorre una visita fisiatrica o ortopedica: in base alla presenza di dolore, alla forza e alla stabilità della caviglia si deciderà quando e come riprendere l'attività sportiva.
Cordiali saluti
TAG: Esami | Medicina dello sport | Medicina fisica e riabilitativa | Ortopedia e traumatologia | Radiodiagnostica | Sport e Fitness