Buongiorno. Sono un ragazzo di 22 che da circa 1 anno sta prendendo 10 gocce al dí di Elopram per curare ansia e difficoltà nell'addormentamento. Dato che inizialmente ho preso contestualmente al suddetto SSRI anche del Prazepam per circa 4 mesi, dopo la progressiva interruzione di quest'ultimo, non essendo ancora risolti i problemi di addormentamento causati da ansia econ il solo Citalopram, ho iniziato a sostituire la benzodiazepina in sopracitata con 3 opercoli al dí di Sedivitax, della Aboca, integratore alimentare contenente passiflora (550 mg ogni 3 opercoli), valeriana (400 mg ogni 3 opercoli), melissa (210 mg ogni 3 opercoli) ed escolzia (200 mg ogni 3 opercoli). Con l'associazione di Elopram (10 gocce) e Sedivitax (3 opercoli prima di andare a dormire), sono riuscito ad avere un sonno soddisfacente e prolungato per oltre 4 mesi. In una notte di grande stress e incapacità di addormentarmi in nessun caso, ho preso 10 mg di Prazepam, in aggiunta ai prodotti descritti sinora, ma lo stesso non ho avuto modo di addormentarmi, se non dopo circa 5 ore dall'assunzione. Pertanto, vorrei domandare se il suddetto Sedivitax potrebbe causare una farmacoresistenza o un'assuefazione, contenendo esso sostanze naturali come la valeriana che presentano un'azione simile alle benzodiazepine sui recettori delle stesse, o se essendo un integratore alimentare, può essere assunto nelle modalità descritte sulla confezione (2/3 opercoli al dí) anche per lungo tempo senza incorrere in meccanismi che provochino mancanza di effetto dopo un certo periodo. Ringrazio anticipatamente per la disponibilità, e colgo l'occasione per inviare i miei più sinceri e cordiali saluti.