Buonasera,ho 45 anni, sono manager e una famiglia con tre bambini. Da quando avevo 27 anni soffro di disturbi di ansia generalizzato, con acutizzazioni di fino ad attacchi di panico. Provo somatizzazioni fisiche come dispnea, difficolta di concentrazione, spossatezza, sensibilizzazioni cutanee. Inizia la cura dello specialista psichiatra con... Leggi di più Paroxetina (20mg die) per circa 5 anni. Funzionato si e no. Deciso ad un'interruzione di 3 anni, dopo letture e piena consapevolezza-accettazione del disturbo, ho avuto una ricaduta. Tre anni fa lo specialista mi ha prescritto il Cipralex (10mg). Dopo un anno ho tentato di scalare e sospendere. La sospensione mi ha provocato sensazioni di nausea (erroneamente diagnostica come Epatite B!!!! poi smentita). Recandomi dal medico per riprendere la terapia, mi ha sconsigliato il Cipralex ma Xanax XR al bisogno. Ho voluto comunque riprendere il Cipralex ad una dose di 5mg ma non riesco a sortire effetti. Lavorando permanentemente all'estero, non riesco a fare Psicoterapia, ma ugualmente sto cercando di mettermi in contatto telefonicamente con il mio psichiatra in Italia. E' possibile che 5mg siano troppo pochi e non abbiano alcun effetto? Non voglio utilizzare benzodiazepine ma altrettanto sento di aver oramai cronicizzato un disturbo con il quale seranamente convivere. Il punto e' con o senza i medicinali? E quali? Quelli del medico di famiglia (Xanax al bisogno) o quelli del mio ex specialista (cipralex) ? Ripeto consultero' nuovamente lo specialista ma trovandomi all'estero non so come proseguire temporaneamente.