Buongiorno Dottori, Vorrei un’opinione su un mio problema di salute. Soffro da diversi anni di una sonnolenza continua accompagnata da sete cronica. Ho già escluso diabete insipido centrale, nefrogenico e mellito. Ho fatto anche analisi del sangue che sono risultate normali. Un endocrinologo circa due/ tre anni fa mi ha diagnosticato una polidipsia primaria. Io sono abbastanza convinta che ci sia qualcosa di organico alla base dei miei disturbi, ovvero che io abbia avuto in passato una forma di encefalite/meningite asintomatica o comunque lieve che mi abbia danneggiato l’ipotalamo, e che poi non si siano viste le lesioni alla RM( che oltretutto ho fatto 5 anni dopo l’inizio dei sintomi). Inoltre quando ero più piccola mi ricordo che andavo spesso da una mia amica a mangiare che aveva un cane, quindi ho anche supposto una parassitosi o comunque malattia infettiva che abbia danneggiato l’ipotalamo e che poi dalla risonanza(che ho fatto senza contrasto e non diretta all’ipofisi ma encefalo) non si sia visto in quanto passato tempo e perché é su stato un processo infettivo leggero, visto che ho letto su internet casi riportati il letteratura di meningoencefaliti e simili con risonanza negativa e pochi sintomi. Sono possibili le mie ipotesi secondo voi? Vista sia l’ipersonnia che la sete il cui centro responsabile é proprio l’ipotalamo?