Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

27-10-2012

DOC

sono diversi anni, e la cosa è aumentata generando un d.o.c., che convivo con la fastidiosissima sensazione che altri mi possano leggere il pensiero (quasi furto del pensiero ma non proprio). sono un adulto maschio 45enne e la mia attività lavorativa è quotidianamente danneggiata da questa mia errata visione della realtà. sono proprio convinto che il pensiero sia leggibile al punto che il medico curante mi ha dato un esercizio quotidiano (chiedere il nome di chi incontro senza usare il linguaggio verbale ma solo il pensiero).sono proprio messo male. un aiuto che mi indirizzi verso una vera cura sarà da me superpagato (la salute al primo posto). mi auguro che un luminare con la soluzione possa cogliere l'invito. contattatemi
Risposta di:
Dr. Carlo Casati
Specialista in Farmacologia medica e Psicologia e Psicoterapia
Risposta
L'indicazione del suo medico curante è corretta, in linea di massima. Si tratta di mettere alla prova, verificare la fondatezza della sua convinzione. Detto questo, se isolata dal contesto specifico e non preceduta da un minimo di discussione a scopo di focalizzare insieme a Lei i punti chiave del suo DOC, il suggerimento è un po' povero. Suggerisco una psicoterapia cognitiva (circa 10 sedute), più, in caso di non risposta, una terapia con un antidepressivo serotoninergico per un periodo di 6-8 mesi, con dosi da stabilire secondo la risposta clinica, verificata dopo un mese dall'inizio assunzione compresse. Dr.Carlo Casati
TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!