08-03-2018

Antidepressivo anche per DOCP o solo per DOC?

Buonasera,

sono un ragazzo di 30 anni e a seguito di un colloquio psichiatrico presso il CSM della mia città, suggeritomi da uno psicologo sempre del CSM da cui sto andando da circa 4 mesi, ho avuto questa diagnosi abbastanza inaspettata (pensavo di avere problemi di tipo depressivo):

"Afferenza allo spettro ossessivo compulsivo. Distimia ed insonnia secondari." Terapie consigliate: Al malessere disadattivo [convergente?] al quadro di cui sopra consiglia [tentativo?] con terapia farmacologica: Zoloft 50: 100 mg (gradualmente in due settimane) Xanax 5-10 gocce 2-3 volte al giorno per i primi giorni Tuttavia leggendo successivamente alcune pagine (su siti apparentemente affidabili di psichiatria o psicologia), mi riconosco poco o nulla nel "Disturbo Ossessivo Compulsivo": in particolare non mi pare di avere, né per gravità né per tipologia, nessuno dei "casi tipici" di ossessioni o compulsioni. Pensando inizialmente che fossero sinonimi, ho letto anche alcune pagine sul "Disturbo Ossessivo Compulsivo di Personalità" e in quel caso invece riconosco molti tratti di me. Il punto è che in queste ultime pagine ho letto più volte e da più fonti frasi del tipo "da non confondersi con l'apparentemente simile DOC" ed anche riguardo all'aspetto sintonia/distonia nel mio caso mi pare si tratti di sintonia o forse di una combinazione di entrambe a prevalenza sintonica. Da quel poco che ho letto mi pare che gli SSRI siano indicati per il primo disturbo, mentre per il secondo non mi è chiaro.

Dato che lo stesso psichiatra parlava di antidepressivi ad alto dosaggio con vari effetti collaterali, prima di provare questa via vorrei almeno escludere banali equivoci durante il colloquio... non vorrei insomma riempirmi di antibiotici e poi scoprire di non avere un'infezione batterica ma qualcos'altro. "Spettro ossessivo compulsivo" significa forse genericamente che dal punto di vista farmacologico è irrilevante che si tratti di DOC o DOCP perché in ogni caso è consigliata quella terapia? Insomma, è meglio che valuti una seconda visita privata (dubito sia possibile presso il CSM) o posso andare tranquillo con quella terapia anche se sospetto che si tratti di DOCP aniché DOC? Grazie mille in anticipo per questo servizio molto generoso!

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

La articolata presentazione esposizione induce a pensare con umiltà di incontrare persona con caratteristiche ossessive di personalità non DOC in senso stretto.

La terapia consigliata mi pare utile. Spero di non errare segnalando che un ulteriore colloquio a breve ( 3 settimane ) con lo psichiatra CSM sarà importante è utile.

Cari saluti

TAG: Adulti | Disturbi dell'umore | Farmacologia | Giovani | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale | Terapie