14-05-2018

Dolore alle gambe

Salve,

ho 20, ho un peso nella media, sono una studentessa e conduco una vita molto sedentaria. Non ho mai fatto sport o attività fisica regolarmente e ho deciso di iniziare sia per migliorare il mio aspetto, sia per evitare la sensazione di gambe pesanti a fine serata. Ho provato a svolgere degli esercizi aerobici in casa e qualche giorno dopo ho notato la comparsa di alcuni capillari sulle cosce. Mia madre e mia nonna soffrono di vene varicose e io negli ultimi anni, ho notato la presenza di una vena verde in superficie dietro al ginocchio.

La mia domanda è: i salti e gli esercizi aerobici potrebbero causarmi la rottura dei capillari? È meglio se faccio degli esercizi anaerobici come gli squat e gli affondi? Il mio obbiettivo è anche ridurre la cellulite e ho paura che senza esercizi aerobici, non riesca ad ottenere tale risultato.

Risposta di:
Prof. Guido De Filippo
Specialista in Chirurgia vascolare e Chirurgia vascolare e angiologia
Risposta

I SALTELLI SONO CONTROINDICATI PER CHI SOFFRE DI INSUFFICIENZA VENOSA O CHI NE E' PREDISPOSTA. PER LA PANNICULOPATIA NON SERVE SOLO IL MOVIMENTO FISICO ( BUONO!!!!....) MA E' IMPORTANTE INTEGRARE CON UNA PRATICA MEDICA QUALE LA MESOTERAPIA

TAG: Apparato circolatorio | Arti inferiori | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Giovani | Malattie della circolazione | Medicina dello sport | Ortopedia e traumatologia | Sport e Fitness | Terapie