01-06-2018

Dolore inguinale

Salve,

sei mesi fa ho riscontrato un dolore all'inguine nella parte destra. Dolori che mi permettevano di fare senza grandi problemi tutte le attivita', ma che mi ricordavano che ci fosse qualcosa che li non andava. Il dolore reagisce ai movimenti (ad es, guidando muovendo i piedi ). Facendo palestra, ho sospettato un ernia inguinale e quindi sono andato da un dottore in materia. Dalla palpazione sotto i testicoli la conclusione e'stata che potrei essere predisposto nell' arco della vita ad avere un ernia, ma al momento mi ha consigliato di fare tranquillamente le mie attivita' senza pensarci. Da un altro dottore ho fatto un ecografia da cui risulta che non c'e nessun'ernia, l'appendicite sembrava in regola mentre c'era tanta aria nell'intestino.

Dopo di cio', il fastidio e'passato da se', tornando per 2-3 settimane a gennaio, per poi sparire fino ad oggi, quindi sono 3-4 mesi che non ho piu'avuto il fastidio. Ora e'una settimana che esso e'tornato, simile a quello che ho gia' passato. Non riesco a capire cosa puo'essere, il fatto che sia sparito per 3 mesi mi fa escludere l'ipotesi dell'ernia. Un leggero gonfiamento (non visibile, ma che si sente alla palpazione) c'e. Nella defecazione forzando appositamente ho percepito dolore in quella zona. Per il resto non ho avuto nessun'altro sintomo.

Risposta di:
Dr. Luigino Bellizzi
Specialista in Chirurgia generale
Risposta

L'esame ecografico permette di valutare bene,la presenza di qualche punta d'ernia o di una qualsiasi altra tumefazione inguinale,ulteriori informazioni si possono ottenere mediante esame ecocolordoppler della regione inguinale e testicolare per escludere la presenza di un eventuale varicocele.

Cordiali saluti

TAG: Adulti | Andrologia | Esami | Giovani | Medicina generale | Muscoli | Radiodiagnostica | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!