Gentile dottore, Sono una ragazza di 20 anni e fino a quest'estate non ho mai avuto problemi di salute. Dopo 30 giorni di dolore in FID, febbre, nausea e altri disturbi sono finalmente stata sottoposta (il giorno 2/09/15) ad appendicectomia laparoscopica e dimessa con diagnosi di appendicite subacuta cronica (confermata con l'esame istologico) con aderenze periappendicolari da esiti flogistici appendicolari. Da allora ho sempre avvertito lo stesso fastidio/dolore che avevo prima dell'operazione (anche se un po' diverso e meno intenso), perciò mi sono recata dapprima dal chirurgo che mi ha operata, il quale mi ha fatto fare un'ecografia della regione appendicolare, dalla quale non risultano nè falde fluide libere né altri reperti patologici. Visto che il fastidio non passava mi sono recata da un gastroenterologo, il quale mi ha prescritto alcuni accertamenti, fra cui una ecocolordoppler con mdc per studio intestinale (sono in attesa della risposta ) e la calprotectina fecale (risultata negativa).In attesa di parlare con il mio medico volevo chiedere se è possibile che i miei fastidi in fossa iliaca destra siano riconducibili all'operazione e/o al fatto che la mia appendicite era cronica? È possibile che la ferita interna sia ancora in fase di guarigione? Se no, da cosa potrebbero dipendere i miei problemi?Tengo a precisare che non ho alterazioni dell'alvo, febbre, anemia, calo ponderale né altri disturbi di alcun genere.Ho anche effettuato due visite ginecologiche, entrambe con esito negativo. Grazie in anticipo