Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
L’ESPERTO RISPONDE

Dolori al petto con scintigrafia cardiaca negativa.

Gentile dottore, sono un uomo di 70 anni trattato, 12 anni fa, in coronarografia elettiva, con tre stent sui tre vasi; a distanza di due anni altri due stent su ostruzioni presistenti non precedentemente trattati, senza ristenosi. Assumo i seguenti farmaci: lansoprazolo, congescor, ranexa 500, cardioaspirin, novasc 10, zyloric 150, torvast 40. Non fumo, non sono in sovrappeso, ho un'alimentazione equilibrata e faccio abbastanza movimento. I valori ematici sono buoni con LDL 97. Saltuariamente, a riposo, avverto un improvviso indolenzimento ai denti seguito da un lieve disturbo al petto che si trasforma in un dolore diffuso, non intenso. La durata varia da qualche minuto a 15 minuti, poi passa. La scintigrafia cardiaca a riposo e sotto sforzo è stata negativa. Cosa ne pensa? Grazie

Risposta del medico
Prof. Luigi Iorio
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna

Gentile sig.re, la negatività dell'esame scintigrafico cardiaco non esclude in modo assoluto la presenza di una eventuale ischemia miocardica. I suoi segni potrebbero essere indicativi per una ischemia transitoria.

Si affidi al centro cardiologico dove hanno applicato gli stent ed esponga la sua problematica.

Auguri prof Luigi Iorio

Risposto il: 27 Novembre 2017
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali