28-09-2017

Dolori forti dopo intervento di colicisti

Ho 40 anni e sono di sesso F. 3 anni fa sono stata ricoverata di urgenza di colicisti in laparoscopia. Già dopo l'intervento lamentavo un dolore a sinistra (dove ho uno delle quattro cicatrici dell'intervento) ma in ospedale mi dicevano che era impossibile che avessi male lì e mi hanno ignorato. Sono stata dimessa e appena cominciato a lavorare uno dei primi giorni ho avuto un forte dolore lì al lato sinistro e per un certo periodo continuavo ad andare in bagno. Ho pensato fosse un virus influenzale e che ero debole per via dell'intervento quindi sono andata in farmacia dove mi hanno dato l'imodium e delle bustine per reidratare i liquidi. Tuttavia questo dolore andava e veniva.
A dicembre mi sono venuti diversi ascessi all'interno coscia e spaventata sono andata dal medico che mi ha mandato da un dermatologo che mi ha prescritto degli esami del sangue. Scopro di essere HCV positiva (non so come l'ho presa). Durante tutto questo periodo mi vengono ovviamente il ciclo, ogni volta sempre più doloroso. Mi mandano dall'epatologo che tra i vari esami mi fa fare una ecografia all'addome superiore. Durante l'ecografia mi dicono che ho solo 3 clip mentre ho 4 buchi della laparoscopia. Dico che dove dice che mi manca la clip ogni tanto ho male. Mi dicono che potrebbe essere una aderenza addominale.

Torno dall'epatologo che mi dà la cura per l'HCV. L'epatologo mi visita e mi tasta circa sotto le costole dicendo "c'è spazio" (... non so a cosa servisse per la visita), in ogni caso lo stesso giorno mi comincia il ciclo. La notte mi sveglio con dei dolori forti sempre lì a sinistra e mi prende fino all'ovaia sinistra. Mi sento come un blocco alla digestione e ho bisogno di andare di corpo. Vado in bagno e rigetto quello che ho mangiato la sera precedente. Prendo una moment e bevo una camomilla, mi faccio una boule con l'acqua calda e riesco a farmelo un po' passare. Non so se è il caso di andare al prontosoccorso decido di no visto che per mia madre sono dolori del ciclo, secondo lei non sono più abituata essendo stata operata.

Dopo due giorni ora sto meglio ma ancora ho un po' male a sinistra fino all'ovaia e arriva fino all'ombelico. Vi chiedo consiglio su cosa possa essere e se è il caso di andare al pronto soccorso anche se ora non ho molto male visto che è un dolore che va e viene o se aspettare il prossimo dolore forte. Mi hanno consigliato di fare una TAC addominale ma quando provo a parlare con i vari medici nessuno mi ascolta. Oppure può essere colpa dell'HCV? Non so proprio che fare. A chiedere in giro consigli addirittura mi dicono di fare il test per le MST visto che ho l'HCV e non so come/con chi mi sono scambiata il sangue.

Risposta di:
Dr. Francesco Ferrara
Specialista in Chirurgia d'urgenza e pronto soccorso e Chirurgia dell'apparato digerente
Risposta

Potrebbe essere più un problema di tipo ginecologico visto che lamenta questi dolori soprattutto in corrispondenza dei cicli mestruali. Provi ad eseguire una visita ginecologica se non l'ha ancora fatta.

TAG: Chirurgia generale | Organi Sessuali | Salute femminile