Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-09-2018

Dubbi su adenocarcinoma Polmonare

Mio padre oggi 80enne sottoposto a RESEZIONE ATIPICA del LOBO SUPERIORE del polmone di SINISTRA per Ka a MARZO 2017, già sottoposto a LOBECTOMIA POLMONARE SUPERIORE DESTRA e LINFOADENECTOMIA ILOMEDIASTINICA + RT a GENNAIO 2003 Tipologia di Tumore: Adenocarcinoma Scarsamente Differenziato classificato G3 pT1b Nx L1 V1 R0 REFERTO ESAME PET TOTAL BODY del 14 settembre 2018: L'indagine PET è stata confrontata con il precedente esame PET eseguito in data 19/04/2018.

1) Si conferma la presenza di due linfoadenopatie mediastiniche caratterizzate da patologico accumulo del radiofarmaco di cui la più evidente localizzata in sede ilare polmonare sinistra (SUV max attuale 11,0 SUV max precedente 9,7) e la seconda in sede sottocarenale (SUV max attuale 4,2 precedente 4,8). Effettuata precedentemente (MAGGIO 2018) una TAC T.B. successiva alla precedente PET-TAC di Aprile che evidenziava due Linfonodi di centimetri 1,56 in sede Sottocarenale ed uno a livello Ilare sinistro di 1,30 cm.

2) Si conferma la presenza di incrementato uptake del radiofarmaco in corrispondenza di un irregolare addensamento parenchimale di aspetto pseudonodulare localizzato a livello del segmento apicodorsale del lobo superiore del polmone di sinistra (SUV max attuale 2,3 precedente 2,6).

3) Persiste una piccola area di lieve e focale accumulo del radiofarmaco in sede Mantellare a livello del segmento basalelaterale del lobo inferiore del polmone di sinistra (SUV max attuale 1,7 prec. 2,1).

4) Permane lieve e disomogeneo uptake del radiofarmaco in corrispondenza di un noto addensamento ilare polmonare localizzato in sede paramediastinica destra, di verosimile significato postattinico (SUV max attuale 2,0 precedente 2,3).

5) Di non univoca interpretazione appare la presenza di uno SPOT di minima radiofissazione in corrispondenza del versante inferiore del collo della scapola di sinistra (SUV max 2,9), meritevole di monitoraggio. In riferimento a questo referto vi chiedo: I punti 1 e 5 (Linfoadenopatie Ilare e Sottocarenale; Spot al collo) sono molto preoccupanti? I punti 2, 3 e 4 con SUV diminuito possono considerarsi zone tranquille?

Scusate per la lunghezza del quesito ma siamo molto preoccupati. Grazie della Vs collaborazione attendo risposta.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Il tumore di cui è affetto suo padre è uno dei peggiori (adenocarcinoma). Attualmente, nonostante lobectomia sup. dx e successiva resezione atipica del lobo sup sin e successiva RT, presenta secondarismi linfonodali mediastinici. Le localizzazioni secondarie (metastasi) di tumori maligni si rendono evidenti all'esame TAC e/o PET solo quando superano i 0,5-0,7 mm di diametro (limiti diagnostici delle possibilità di risoluzione delle metodiche radiologiche disponibili al giorno d'oggi). Pertanto è possibile che le metastasi fossero già presenti in occasione del primo intervento, ma allora non visibili perché troppo piccole.

E' pertanto vero che è possibile che suo padre abbia altre metastasi, oggi non visibili, anche in altri organi. Ritengo, per quanto mi è possibile capire da quanto mi scrive, che siano già state espletate tutte le chances terapeutiche a disposizione. Rivolgetevi con fiducia a chi finora si è preso cura di suo padre, in modo più che corretto, per proseguire nelle cure per rendergli meno gravoso il progredire della malattia. Cordiali saluti.

TAG: Anziani | Apparato Respiratorio | Esami | Malattie dell'apparato respiratorio | Oncologia | Polmoni e bronchi | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!