Salve,ho 23 anni e ho due bambini, la maggiore ha 2 anni e il secondo 1. Dopo la prima gravidanza ho iniziato a sentirmi un po' giù, il primo mese l'ho passato in ospedale perché la bambina é nata di 32 settimane e non facevo altro che piangere ogni sera quando il mio compagno lasciava l'ospedale per tornare a casa. Mi sentivo abbandonata e non ero... Leggi di più preoccupata per mia figlia. Tornate a casa non riuscivo a stare sveglia mi alzavo solo per prendermi cura della bambina. Poco dopo il parto é venuto a mancare mio padre e mi sono sentita ancora più sola dal giorno del funerale mi sono sentita letteralmente morta dentro e anche accudire mia figlia a quel punto é diventato un peso. A marzo(4 mesi dopo il parto) scopro di essere nuovamente in cinta, sono andata in crisi, ho discusso con il mio compagno perché io non volevo il bambino e lui mi ha liquidata dicendomi:"decidi tu". Alla fine decisi di tenere il bambino ma è stata una gravidanza lunga e pesante; dopo il parto ho iniziato ad essere infastidita dal pianto di entrambi i miei figli fino ad oggi che ho raggiunto il limite e ho immaginato me stessa mentre soffoco la maggiore con un cuscino... Mi era già capitato ma oggi avevo il cuore a mille e sono scoppiata in un mare di lacrime. Ho paura di non controllarmi e fare del male ai miei figli non solo fisicamente ma anche e soprattutto dal punto di vista psicologico. Grazie per la risposta.Cordiali saluti.