dopo dieci anni di tentativi falliti nel ripristinare il peso forma, spero possiate darmi una mano. cerco di fare una sintesi di questi anni.Ho 35 anni con difficoltà a perdere peso, una concentrazione del grasso di tipo androiode, in particolare nell’addome. La mia alimentazione piuttosto regolare con porzioni piccole ( masticate lentamente ) e... Leggi di più pratico regolarmente attività fisica nuoto 2 v\sett e corsetta 1 ora\die ( alternate nel tempo con ellittica e cyclette ).Alla nascita il peso era di 2.750 Kg e l’infanzia trascorre con un peso tendenzialmente basso anche perché inappetente. Con il menarca a 13 anni il peso si mantiene nella norma fino a 24 anni dove inizio ad aumentare di peso nonostante non mangi tanto né fossero presenti episodi di abbuffata ( ancora oggi è così ). Dai 65 kg in circa 2 mesi arriva a 75 Kg, in questo periodo soffrivo di attacchi di panico (completamente risolti da tempo in seguito a psicoterapia ). riporto dati di una cara amica esperta dietista che ha deposto le armi.PRIMA DIETA: la incontro per la prima volta a 78 Kg, consiglio un regime calorico di 1700 Kcal alla quale la paziente risponde bene e scende a 68 Kg. Rimane con questo peso per due anni poi il peso sale ad 80 Kg.SECONDA DIETA: si rivolge ad un medico endocrinologo che le consiglia una dieta con un regime calorico di 1000 Kcal che Angela riesce a mantenere per 3 anni con una discesa massima di 4 kg dopo vari yo-yo. Il peso ritorna nuovamente a 80 Kg.TERZA DIETA: si rivolge ad un altro medico dietologo che oltre a consigliarle una dieta a basso regime calorico le consiglia anche l’utilizzo di anfetamine. La paziente si rifiuta.QUARTA DIETA: incontro per caso la paziente in ambito lavorativo e decidiamo di riprovare uno schema con regime calorico di 1700 Kcal. Di nuovo risponde bene e perde 6 Kg, ma deve subire un intervento chirurgico ( asportazione di un grande mioma e di una cisti endometriosica di cui non si conosceva l’esistenza). Perdita di peso post-intervento con seguente aumento fino a 82 Kg ( tengo sempre a precisare che la sua alimentazione rimane pressochè stabile tendenzialmente restrittiva perché la paziente non è affatto una “ mangiona “! ).QUINTA DIETA: contatta un medico endocrinologo che le prescrive una dieta a basso indice glicemico con regime calorico di 1800 kcal. Pur con alti e bassi riesce a perdere 10 Kg, viene introdotto il diuretico ( Lasix 25mg ) ma la paziente non ha effetti sulla diuresi e continua ad urinare poco nonostante si idrati con almeno 2 litri di acqua al giorno. Anche se mantiene un’alimentazione costante ricomincia ad aumentare.SESTA DIETA: si rivolge ad un medico endocrinologo psichiatra che le consiglia nuovamente un regime calorico basso con una discesa massima tra alti e bassi di 3 kg. Viene prescritto di nuovo il diuretico senza risultati, le viene prescritto un antidepressivo che non le dà nessun effetto positivo o negativo infine Metformina 1000 mg. Dopo due mesi di trattamento la paziente la sospende visto la mancanza di risultati e l’inizio nuovamente dell’aumento di peso. La paziente non ha avuto benefici né dagli integratori fitoterapici né da trattamenti specifici quali cocoon, pressoterapia, LPG,…, non solo non perde grasso ma nemmeno acqua ( urina poco e suda ancora meno ).Fatto insolito è stato un anno fa in seguito ad un viaggio nelle praterie degli Stati Uniti dove la paziente ha mangiato qualitativamente e quantitativamente diverso dalle sue abitudini ed è ritornata dimagrita! (oatatine fritte ogni giorno assieme ad hamburger, viaggi solo in macchina poco cammino,colazione con americapie invece di cereali)Le valutazioni sul quadro clinico della paziente le lascio alla Sua competenza, ma giusto per un quadro generale la paziente soffre di Anemia Sideropenica, Allergia graminacee ed acari, Endometriosi la cui cura le ha portato un aumento del colesterolo, presenza di un nodulo tiroideo.Il padre soffre di Diabete tipo II.ora a parte la demoralizzazione fortissima, la giovane età, il rischio di diabete..ho la forza per un ultimo tentativo ma ho bisogno di un medico giusto. in questi anni mi hanno derisa, dato della bulimica (sono terapeuta cognitiva esperta in trattamento dca sarebbe stato difficile in 10 anni vederle guarire mentre io peggioravo non ho abbuffate), della pigra, della grassoccia..il tutto pagando fior di soldi a dottori che non ho mai abbandonato prima di un paio d'anni di lavoro..ora ..se fosse possibile avrei bisogno mi metteste in contatto con qualceh centro o medico che possa seguire la totalità del mio caso e aiutarmi a trovare una soluzione..sono Campana, sarebbe meglio su zona caserta ma posso muovermi in altre province...se troverò un medico che mi fornirà risposte sensate e cure invece che umiliziano a 80 euro a visita..chiedo scusa ma larabbia è tanta ormai.