Salve, sono un istruttore sportivo, nonché studente di medicina. Una mia allieva (49 aa in abs) ha fatto un ECG la scorsa settimana, il quale refertava che nulla osta all'attività sportiva non agonistica, ma da una mia osservazione ho notato un sopraslivellamento del tratto ST in V3 (anche se so che potrebbe essere normale in uno sportivo), una T invertita (in realtà è la P) in V2 e in V4 il QRS non è ben identificabile (il tracciato in questa derivazione è quasi sull'isoelettrica e non combacia con le altre precordiali sia Dx che Sx).A parte che io avevo dato istruzioni alla mia allieva di fare un ECG sotto sforzo (il carico emodinamico che ha durante gli allenamenti è molto intenso, sempre vicina alla soglia aerobica e alla Fc Max, anche se la disciplina non è agonistica) e il medico (specialista in medicina dello sport) le ha fatto un normale tracciato di sua spontanea volontà, ma è possibile che possa essere stato refertato come un ECG normale?Inoltre ha sbagliato anche la data di nascita...Il punto è riassumendo:1) apparenti artefatti e tracciati sospetti posso essere bypassati dal medico refertante?2) da un punto di vista medico legale come si procede? E' tenuto a ripetere l'ECG gratuitamente oppure si procede in altro modo?3) sempre da un punto di vista medico legale, la data di nascita non corrispondente al vero sul certificato, nullifica lo stesso?4) posizionare le derivazioni precordiali senza togliere il reggiseno è un errore metodologico?Grazie mille per il tempo dedicatomi.