Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-02-2013

Ectasia aortica in valvola bicuspide

Gentile professore ho un problema di ectasia dell'aorta ascendente in presenza di valvola funzionalmente bicuspide scoperta qualche anno fa in seguito a visita di anestesista per intervento a safene. Ho 53 anni, peso 93 kg, sono alta 1,67 e sono in post menopausa;assumo bisoprololo e cardioaspina,lirica, xanax e zoloft.Eseguo annualmente ecocuore di controllo,Le riporto l'esito di quello eseguito l'ottobre scorso e dell'angio tac eseguita il 31 gennaio richiestami in seguito all'esito dell'eco:dilatazione aneurismatica dell'aorta ascendente, aorta bicuspide con insufficienza valvolare lieve.Insufficienza mitralica lieve. Dilatazione atriale sinistra. Funzione ventricolare conservata.[radice aortica( 34mm) nei limiti, dilatazione giunzione sinu-tubulare (40mm), dell'aorta asc. (44mm) e dell'arco (31mm prima dell'emergenza della succlavia, 23 mm doppo la stessa) Valvola aortica funzionalmente bicuspide con rafe mediano tra cuspide coronarica sn e cuspide coronarica dx che appare di piccole dimensioni V max anterograda 1,8m/sec; presenza di jet da rigurgito lieve (vc 2 mm)].Risultati dell'angio tac. :valvola aortica verosimilmente bicuspide( verosimile parziale fusione delle cuspidi coronariche destra e sinistra); bulbo 32mm;giunzione sino-tubulare 35mm;piano valvolare 22X28mm.Ectasia dell'aorta ascendente(45mm);arco anteriore 34 mm.Regolare l'arco aortico con normale origine dei tronchi epiaortici;istmo 23 mm. Aorta discendente 25mm;passaggio toracico addominale 22 mm.Secondo lei ci sono i presupposti di un intervento e se si che cosa mi aspetta? Qual'è l'intervento meno invasivo e che mi comporti un recupero il + possibile veloce? Io vivo sola e non ho nessuno che si possa prendere cura di me.Soffro da anni di depressione maggiore, ultimamamente mi sento sempre molto stanca, faccio fatica a fare qualsiasi cosa, rimango a letto quasi tutto il giorno. Ho il fiato corto, faccio fatica a fare le scale, specie quelle che mi portano alla camera da letto( abito un terratetto ligure che si sviluppa in verticale) .Non so se sono sintomi dovuti alla mia depressione o dipendenti dal cuore. Lei che ne pensa?Attualmente posso svolgere qualsiasi attività o ci sono cose che è meglio eviti di fare?Nell'eventualità di un intervento quale tipo di vita avrei dopo, sempre controlli e farmaci?L'emicrania con aura di cui soffro da moltissimi anni potrebbe avere qualche correlazione con lo stato del mio cuore? Scusi la mia ignoranza. la ringrazio per la sua gentile risposta. Patrizia
Risposta

Gentile Signora, molti dei disturbi da lei segnalati non sono riferibili alla valvulopatia ma al suo stato depressivo. Pertanto al momento attuale non vi è alcuna indicazione alla riparazione o sostituzione della valvola, ma è opportuno che lei sia seguita con costanza mediante un esame ecocardiografico annuale, per poter evidenziare eventuali modificazioni dei diametri dell'aorta.

Cordiali saluti. Prof. Carlo Antona

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!