egr.dott. sono affetto a hcv + da circa 20 anni - hcv rna quantitativo 26900 - genotipo 2/a 2/c dopo tanto tempo l'11/4/2008 ho deciso di iniziare la terapia con interferone e ribavirina. Prima di iniziare la cura il mio epatologo mi ha prescritto una serie di esami + un ecografia addome superiore che non rilevavano niente di preoccupante. Tra questi esami c'era la sideremia il cui valore è risultato 184 su 156 -ferritina 183 su 323.00. ( con il valore della sideremia un po alto si poteva iniziare la cura?)dopo le prime settimane le transaminasi iniziarono a scendere poi andando avanti dopo quattro cinque settimane sono iniziate ad aumentare fino ad arrivare a ast 113 - alt 187 (prima della cura erano ast 63 - alt 145) la ggt prima della cura era 28 ora e a 39 - Alla vista dei risultati il mio epatologo mi diceva che era strano ma poi mi ha fatto ripetere hcv rna quantitativo risultato: "il test eseguito con tecnica pcr non ha evidenziato la presenza di materiale genetico". (il test è sensibile se maggiore di 600 iu/ml -) genotipo: non determinabile + la ferritina che è risultato 719 sul 323.00, alla vista di questi esami ha detto che secondo lui era proprio questa ferritina alta che portava questo innalzamento delle transaminasi, e che potrebbe essere lo stesso trattamento ad aumentare la ferritina e vero quello che dice il mio specialista? e che alla fine del trattamento tutto rientra nella norma. po mi diceva che il risultato hcv rna quantitativo era ottimo e quindi bisognava continuare il trattamento.grazie