30-03-2006

Egr.gi dottori, ho appena fatto una visita

Egr.gi Dottori, ho appena fatto una visita cardiologica (premetto di avere avuto un'ora prima un forte attacco d'Ansia con forte palpitazioni) e il referto è stato: Esame obiettivo: Cuore TONI PURI, PAUSE LIBERE. TORACE nulla da segnalare. Non edemi. PA: 110/70 mmHg. ECG: tachicardia sinusale a frequenza 117b/min. Conduzione A-V nei limiti; asse elettrico intermedio. Alterazione aspecifiche della ripolarizzaione ventricolare. Conclusioni: Non evidenzia di cardiopatie in atto. ECOCOLORDOPPLER CARDIACO ATRIO SINISTRO (N.Ventricolo SINISTRO diametro telediastolico (N.50%) : % B-Mode :64% Cinesi segmentaria:normale. Conclusioni: Ecocardiogramma nella norma. Data la poca disponibilità del dottore che mi ha liquidato dicendomi che non ho nulla posso chiedervi cosa significa "CONDUZIONE A-V NEI LIMITI" E "PAUSE LIBERE" e un vs parere sull'intero referto? Scusatemi se mi sono dilungata ma voglio cercare di superare questo brutto periodo caratterizzato da attacchi d'ansia acuti. Vi ringrazio ancora con affetto CONSUELO.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Conduzione A-V nei limiti: L’impulso elettrico alla base del battito cardiaco attiva il cuore attraversandolo tramite una via di conduzione anatomicamente stabilita che parte dall’atrio e raggiunge i ventricoli. La conduzione A-V nei limiti significa che il tempo impiegato dall’impulso elettrico per attraversare questo particolare tratto delle via di conduzione è normale (entro 0.20”). Se fosse aumentata ci sarebbe una patologia della conduzione che consiste in un rallentamento o perfino blocco dell’impulso cardiaco. Pause libere: Significa che tra i 2 toni cardiaci che si auscultano ponendo il fonendoscopio sull’ area cardiaca non si avvertono rumori aggiunti (per es. soffi) che se presenti potrebbero indicare alterazioni strutturali delle valvole cardiache. Il referto dell’ECO conferma la negatività dell’esame clinico indicando l’assenza di patologia strutturale cardiaca, mentre l’evidenza all’ECG di una Tachicardia sinusale (battito cardiaco lievemente accelerato) in assenza di altri segni elettrocardiografici patologici, è probabilmente da mettere in relazione con il noto stato ansioso.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare