Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Visite
  • Salute A-Z
  • Chi siamo
  • MediciMedici
  • AziendeAziende
Come prepararsi alla visita dermatologica
3 minuti di lettura

Come prepararsi alla visita dermatologica

Prima di una visita dermatologica è importante prepararsi all’incontro seguendo 6 semplici indicazioni.
In questo articolo:

Non è una novità che molte patologie della pelle, come ad esempio la psoriasi o la dermatite atopica, hanno un impatto negativo sulla qualità della vita del paziente, eppure, non tutti sanno che il giorno della visita arrivare preparati al dialogo col medico può aiutare ad affrontare meglio la propria condizione.  

Vediamo le 6 raccomandazioni per prepararsi alla visita dermatologica. 

Non improvvisare 

Il paziente dovrà arrivare all’appuntamento con il medico preparato per non tralasciare dettagli importanti che possono sfuggire durante la visita. In questo modo, a prescindere dalla durata dell’incontro, otterrà tutte le informazioni di cui ha bisogno. Dovrà sentirsi libero di esprimere le proprie esigenze e il suo stato d’animo. Questo lo aiuterà a sentirsi più sicuro e a restare motivato prima, durante e dopo l’appuntamento. 

Sii collaborativo 

Durante l'appuntamento il medico potrebbe fare delle domande su determinati aspetti della patologia; ad esempio: sull’impatto che la malattia ha nel quotidiano, sul trattamento attualmente prescritto e sui risultati ottenuti. È solamente fornendo queste risposte che il paziente potrà ottenere l’aiuto migliore per la propria condizione. 

Conosci i tuoi obiettivi 

Prima della visita il paziente deve pensare al principale obiettivo che vuole raggiungere rispetto alla sua condizione. Insieme al medico stabilirà un piano d’azione con traguardi intermedi e riceverà preziosi suggerimenti per affrontare tutto il percorso. 

Rifletti sui tuoi sintomi 

È bene che il paziente, prima dell’appuntamento, rifletta sui sintomi che si sono manifestati nell'ultimo mese e segni su un diario con quale intensità si sono presentati, in quale zona e con che frequenza. Dovrà stabilire anche se sono aumentati o peggiorati dall'ultima visita oppure se sono rimasti invariati

Valuta l’impatto su altri aspetti della vita 

Il paziente dovrà spiegare al medico fino a che punto la sua patologia interferisce con la vita di tutti i giorni. Provare a raccontare gli aspetti che hanno subito un cambiamento, come il sonno, le attività quotidiane o lo stato emotivo, e come questa condizione lo fa sentire. 

Preparati una lista di domande 

È molto importante che il paziente scriva una lista di domande che vorrebbe fare durante l’appuntamento. Ad esempio: “Ci sono nuovi trattamenti che possono migliorare la mia situazione?”, “Quanto devo aspettare prima di fare una nuova visita”? Va ricordato che nessuna domanda è senza senso perché permetterà al medico di capire il grado di coinvolgimento del paziente e come meglio aiutarlo. 

In conclusione, ogni paziente può prepararsi a un nuovo dialogo con il medico seguendo queste raccomandazioni in modo da arrivare all’incontro con quante più informazioni utili per agevolare la corretta gestione del problema. 

L’hai trovato utile?

Condividi

Iscriviti alla newsletter di Paginemediche
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali