Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

17-10-2006

Egregio dottore, da circa 2 anni ha causa di

Egregio dottore, da circa 2 anni ha causa di extrasistole sporadiche durante l'intera giornata e a sporadici episodi di ipertensione ,160 la sistolica e 90 la diastolica, circa una o due volte al mese, (mentre la pressione abituale si aggira intorno a 135- 70), il mio cardiologo ha ritenuto di prescrivermi, dopo opportune indagini cardiache che ripeto quasi semestralmente quali holter, ecografia, ecg e prova da sforzo al cicloergometro tutte negative ad eccezione di quest'ultimo che riportava: "sottomassimale negativo per eventi aritmici significativi o/e ischemici. Si segnala anomalo incremento pressorio durante sforzo. (dopo 8 minuti e 24 fr. 128 e pressione 230/100), 1/4 di lopresor la mattina ed 1/4 la sera. Tutto bene le extrasistole sono sparite del tutto durante la giornata e la pressione è sotto controllo, ma quasi ogni sera e sempre alla stessa ora, verso le ore 18 sopraggiungono frequenti extrasistoli anche una ventina al minuto diverse da quelle per cui mi sono curato in quanto quelle erano solo fastidiose a sentirsi, mentre quelle che mi sono venute dopo la cura con il lopresor mi portano un senso di giramento di testa e tremore cardiaco, naturalmente dopo circa 45 minuti aver preso 1/4 di lopresor mi passano fino alla stessa ora del giorno dopo. Il mio cardiologo non ha dato peso al problema e sarebbe propenso ad aumentare la dose del lopresor di un ulteriore quarto nel pomeriggio ma io ho la sensazione che in qualche modo queste extrasistoli siano legate proprio alla pasticca come se il mio fisico abituato al farmaco non appena finisce l'effetto della pasticca mattutina entrasse in crisi è possibile? La saluto cordialmente. Roberto
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Se il Suo cardiologo intende aumentare la posologia del lopresor con una somministrazione pomeridiana non è certamente perché non dà peso al problema ma al contrario perché ritiene anch’egli, probabilmente, che si potrebbe trattare di un effetto rebound alla riduzione degli effetti della terapia mattutina. Ci sono due alternative: o eseguire un holter con la terapia attuale, per verificare quale sia esattamente il tipo di extrasistoli, o viceversa assumere il betabloccante in tre somministrazioni come consigliato e verificare se questo comporta un miglioramento dei sintomi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!