Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-07-2018

Ematuria, citologia urine, ecografia addome

Buonasera,

Scrivo per un primo consulto, in attesa della visita specialistica. Dopo mesi di inattività sportiva, ho partecipato a un torneo di calcio concentrato in pochi giorni, con più partite ogni giorno, giocate sotto il sole. Giunto quasi al termine del torneo, ho notato che, al termine della minzione, l'urina diventava sangue. Così per ogni minzione dei giorni successivi. Al terzo giorno sono andato al pronto soccorso, e l'urologo mi ha prescritto analisi citologica delle urine, per ricerca di cellule neoplastiche, ed ecografia completa dell'addome. Ho portato i 3 campioni di urina in un laboratorio di analisi, dove la receptionist mi ha chiesto se fossi sicuro di dovermi sottoporre a quell'esame (di approfondimento), e non a un più generico esame delle urine. Attendo i risultati di secondo e terzo campione (il primo non ha segnalato presenza di cellule neoplastiche, ma il reperto pare insufficiente perché "scarso"). Arrivando al dunque, oggi ho fatto l'ecografia, e la parte che più preoccupa è laddove si legge "Presenza in corrispondenza del meato ureterale sn di formazione vegetante isoecogena di mm 19x10 (papilloma? opportuni ulteriori accertamenti urgenti)". Inizialmente, il medico di famiglia, e anche il tecnico dell'ecografia, mi hanno detto che probabilmente si trattava di sforzo eccessivo, o al più di un'infezione. Il tecnico però, una volta vista l'anomalia nella vescica, si è poi spiegato come mai l'urologo mi avesse prescritto il citologico, e non un più generico esame. Ora, la domanda è: prenoto la visita urologica, e aspetto i tempi della sanità per sottoporre questi esiti all'urologo (nel mentre, probabilmente, riceverei anche gli esiti degli altri campioni di urina), oppure vado al pronto soccorso, e mi faccio visitare dallo stesso urologo appena possibile, con la sola ecografia? Ringrazio anticipatamente.

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta

Gentile lettore , se riscontrata la "Presenza in corrispondenza del meato ureterale sinistro di formazione vegetante isoecogena di mm 19x10 (papilloma?)", bene, appena possibile, con gli esami e le altre indagini fatte risentire in diretta, senza perdere altro tempo in internet, il suo urologo di fiducia e si ricordi sempre che la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici. Un cordiale saluto.

TAG: Adulti | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Esami | Giovani | Infezioni | Radioterapia | Reni e vie urinarie | STEP - Molto attivo | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!