Buonasera, ho 50 anni e da almeno 10 corro allenandomi per fare mezze maratone e qualche maratona circa 3 o 4 volte alla settimana. Da circa due mesi mi capita che a seguito di allenamenti particolarmente lunghi 18 km e oltre o intensi ripetute di velocità, quando arrivo a casa le prime urine sono scure (direi 5 episodi) e la minzione successiva è normale. Non ho alcun sintomo, salvo un lievissimo e non costante bruciore uretrale nelle ore successive. Ho eseguito i seguenti esami: Visita urologica (prostata normale) eco addome nn salvo qualche piccola cisti renale bilaterale di 9-10- mm sottocorticali e parapieliche, TC con mezzo di contrasto nn e conferma delle cisti, Esame citologico urinario nn, urinocultura nn, nelle urine , effettuate il mattino dopo l'evento, emoglobina, globuli rossi 10-20 per campo e cristalli di ossalto di calcio Esami ematochimici generali normali (emocromo, INR, glicemia urea, ac urico, creatina elettroforesi proteica, transaminasi elettroliti. Aggiungo che assumo Coversyl 10 mg die per una ipertensione familiare con buon controllo della pressione, non fumo , non bevo, la prova da sforzo eseguita 5 mesi fa non ha evidenziato picchi pressori, seguo una dieta quasi vegetariana, . Cosa mi consiglia di fare adesso? E' bene che interrompa l'attività sino a quando si trovi l'origine del problema? Grazie sentitamente in anticipo