10-03-2006

Epatite tossica

Ho 34 anni. Ad inizio dicembre 2005 mi è stata diagnosticata una Epatite tossica da farmaci a seguito di assunzione di ossimetolone (naturalmente interrotta). All'epoca il medico, oltre agli esami ematici, mi ha fatto eseguire una ecografia epatica dalla quale è emerso un fegato modicamente ingrandito senza altre indicazioni negative. Da allora ho seguito una Terapia che, oltre all'assoluta osservanza di norme di igiene alimentare, ha previsto l'assunzione di Samyr 400 (sostituito dopo due mesi da legalon) e TAD 600. Ad oggi i referti ematici testimoniano che gran parte dei valori sono rientrati nella norma, tranne GOT (67) e GPT (156). Il medico mi ha rassicurato dicendomi che la curva evolutiva è positiva. Io sono comunque spaventato da una possibile cronicizzazione della Patologia. Chiedo quindi conferma dell'affermazione del medico e quali consigli potete comunque darmi. Mille grazie.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Siamo d’accordo con quanto le ha detto il suo medico curante e ribadiamo che le problematiche epatiche causate da farmaci, a volte impiegano mesi per scomparire.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!