Buondì, sono Sergio ed ho 34 anni (h 1,70 peso 72 kg). In seguito ad un normale controllo dal medico mi è stata prescritta una analisi di controllo generale del sangue i cui esiti hanno riscontrato alcuni valori al di fuori della norma o elevati [Urea nel siero 47 mg% (10-50), glicemia 112 mg% (60-115), Albumina 67,5 % (55-68), ALFA 1 2,1 %... Leggi di più (1,5-5), ALFA 2 6,4 (6-12), ALT 95 U/l (0-45), AST 46 (0-45), Colesterolo 230 mg% (50-200), colesterolo HDL 44 mg%, Colesterolo LDL 151 mg% (0-150), Trigliceridi 276 mg% (40-165), Gamma Glutammil Transpetidasi 50 U/l (8-61)]In seguito mi è stata prescritta una ecografia addome completo per sospetta epatopatia di cui riporto un estratto dell'esito:fegato di dimensioni ai limiti superiori della norma ad ecostruttura diffusamente iperecogena compatibile con steatosi. Al lobo sn si reperta una piccola immagine lievemente ipoecogena margini netti del diametro di 1,5 cm verosimile espressione di piccolo angioma ma da verificare con TC con mdc trattandosi di primo riscontro.In base a tale referto mi è stata prescritta la TAC già eseguita e con il seguente referto:Indagine TAC eseguita sia senza mdc che con sequenza bifasica a livello dell'addome superiore e tardiva in sede inferiore. Presenza di discreta steatosi epatica interessante sia il lobo dx ed in parte il sn. A carico del secondo segmento è presente immagine che assume intenso enhancement dopo bolo per rimanere omogeneamente iperdensa nella scansione tardiva presentando dimensioni con diametro di mm 9,3 x 1 cm in altezza.La mia domanda è: l'esito della TAC conferma o no l'ipotesi di angioma della lesione ? e se così non fosse di cosa si può trattare con maggior probabilità.Premetto che quasi certamente non sono affetto da forme virali quali epatite C o B. Grazie in anticipo per la vostra risposta.Cordiali saluti