15-05-2006

Etanolo sierico

BUONGIORNO DOTTORE HO LO ZIO CON CIRROSI EPATICA E DIABETE MELLITO DI TIPO II NELL'ESEGUIRE DEGLI ESAMI EMATOCHIMICI E' STATO RISCONTRATO IL VALORE DI ETANOLO SIERICO DI 2.5 MG/DL, VORREI SAPERE SE QUESTO VALORE PUO' INTERFERIRE A RIGUARDO DELLA SUA PATOLOGIA PUR SAPENDO CHE HA SMESSO DI BERE E MI DOMANDO QUALE SIA E SE C'E' UN VALORE MODICO DI ETANOLO ACCETTABILE E SE QUESTO VALORE PUO' AGGRAVARE ANCOR PIU' LA CIRROSI, E IN PIU' SE A DIGIUNO HA RISCONTRATO QUESTO VALORE A 2.5 CIO' SIGNIFICA CHE IL GIORNO O I GIORNI PRECEDENTI E' STATO ASSUNTO DELL'ALCOOL? GRAZIE ASPETTO LA SUA RISPOSTA. DANIELA.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il valore di etanolo può essere indicativo del fatto che suo zio continua a bere alcolici e questo fatto certamente implica una progressione peggiorativa della malattia epatica.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!