Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-08-2018

Eteroplasia renale

Salve Dottore .ieri mia mamma ha fatto la visita dal nefrologo..ma siamo sempre allo stesso punto...nel senso dalla PET non si valuta se la neoplasiaval rene sia maligna o no...quindi suggerisce di togliere il rene e poi fare la biopsia....ora la mia domanda è perché vnon fare prima una biopsia per valutare se asportare solo la parte in causa o tutto il rene? ...leggo che esiste la laparoscopia robotica e che anche qui a Napoli ( mia città) questa tecnologia esiste.... il medico che fece la prima ecografia scoprendo la allora sospetta eteroplasia ( lui è un n elatilogo ) dice che può fare la biopsia...mentre altri dicono asportare direttamente ...è noi non sappiamo come agire... giustamente non vorrei che togliessero il tema a mia madre vista la già grave insufficienza renale ad entrambe i reni e quindi probabile dialisi...qu sto la sta mandando in depressione.... intanto è già un mese che lo sappiamo...e paura che si possa aggravare....lei dalle informazioni che hagia letto pensa che si possa attendere ancora un po' per valutare e capire cosa fare prima di agire a casi estremi?

Risposta

Ci spiace, ma in questa sede non è possibile raccogliere adeguatamente le notizie che lei ci riferisce in modo frammentario nel corso di vari consulti che noi non siamo in grado di collegare. L'esecuzione di una biopsia di una neoformazione renale è una pratica ancora abbastanza dibattuta, infatti non è tanto la tipizzazione istologica a condizionare la scelta sul tipo di intervento da eseguire, quanto piuttosto la grandezza e la posizione della neoformazione. Questi interventi sono comunque oggi eseguibili in laparoscopia robot-assistita, alemno come prima intenzione.

TAG: Adulti | Anziani | Biochimica clinica | Chirurgia | Esami | Nefrologia | Reni e vie urinarie | Tumori | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!