29-05-2008

Extrasistoli da prolasso mitralico

Buongiorno. Sono una signora di 62 anni e soffrendo di extrasistoli sporadiche ho fatto un elettrocardiogramma il cui esito è quello di emiblocco anteriore del ventricolo sx. Ho fatto una ecodopplergrafia cardiaca il cui esito è il seguente: prolasso parcellare mitralico con insufficienza valvolare di nessun significato emodinamico. Atrio sx di normali dimensioni; ventricolo sx di normali dimensioni e spessori e normale funzione di pompa complessiva e regionale.DTD 4,5 cm DTS 2,7cm SIV e pp 1 cm FE 57%: Cuspidi aortiche ispessiti normomobili. Nella norma le dimensioni dell'aorta ascendente (cm 2,8) lieve tendenza all'incurvamento telesistolico dei lembi mitralici. Cavità dx regolari per morfologia e funzione; alterato rilasciamento del v.sx color doppler : mitrale e tricuspide :reflusso +/- Posso stare tranquilla? Grazie per la gentile risposta che vorrete darmi.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il referto dell’ecocardiogramma è rassicurante. Il prolasso della mitrale (la mitrale è una valvola che si trova all’interno del cuore), per altro lieve, consiste in un incurvamento dei lembi della valvola (talvolta un po’ più grandi del normale). Il prolasso della mitrale può indurre extrasistoli (battiti cardiaci anticipati), che in genere non sono pericolose oppure insufficienza mitralica che nel suo caso è però minima, “di nessun significato emodinamico”. In conclusione direi che può stare tranquilla. Effettui controlli secondo le scadenze previste dal suo cardiologo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare