Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-10-2018

Farmaci antidepressivi e incidenza sul peso

Buongiorno, sono affetta da depressione maggiore da 10anni, sono stata curata da noti psichiatri che purtroppo non sono riusciti a risolvere il mio problema. Precedentemente mi sono sottoposta a 18 anni di psicanalisi (2sedute alla settimana), ho continuato con psicoterapia clinica seguita poi , per circa 2 anni, cognitivo comportamentale. Praticamente io che attualmente ho 65 anni ho trascorso 28 anni della mia vita sottoponendomi a psicoterapie.

Devo precisare che sono andata in analisi per ansia e attacchi di panico e ne sono uscita, dopo 18 anni con una forte depressione che tutt'ora non riesco a curare. I farmaci mi hanno fatto ingrassare molto e questo mi ha fatto deprimere di più, perché non accetto un corpo e uno stato d 'animo che non riconosco come mio. La mia terapia è wellbutrin 150mg e 300mg a giorni alterni 1 compressa di rivotril 2mg ,la sera atararax 25mg e una xanax da 1 mg e dato che spesso non riesco a dormire aggiungo felison 30mg.

Ho provato quetiapina, ma ingrassavo molto e non miglioravo, questa estate lo psichiatra che mi cura mi ha prescritto lamotrigina 100mg e dopo qualche giorno ho avuto forte prurito esantema e 4 giorni di febbre a 39/40. Ho sospeso il farmaco che però ho ripreso dopo un mese ,perché secondo il mio psichiatra non era la lamotrigina a crearmi quel problema. Quando ho iniziato a riprendere il farmaco ho avuto di nuovo gli stessi sintomi precedenti. Così anche questa speranza di poter migliorare l umore con la lamotrigina è sparita. Qualche gentile dottore può darmi un parere e una speranza? Grazie.

Risposta di:
Dr. Orazio Palazzolo
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Suggerirei di chiedere allo specialista che la cura di provare qualche farmaco che ha una minore incidenza sui parametri metabolici e quindi minore effetto sul peso. Gli effetti collaterali dei farmaci per quanto rari possono essere legati anche alla suscettibilità individuale del paziente. Per quanto riguarda la cronicizzazione della sua depressione è una condizione che può trovare sollievo sia nella adeguata terapia farmacologica che nel supporto psicoterapico.

TAG: Anziani | Benessere psicofisico | Farmacologia | Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute femminile | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!