Buonasera,in passato, per circa tre anni, ho alternato periodi di feci dalla consistenza molto dura con quella ordinaria. Rivoltomi ad un gastroenterologo, nel 2015 eseguii le analisi del sangue di emocromo, ves, pcr, e le analisi della calprotectina fecale e della ricerca di sangue occulto.Fortunatamente, il risultato fu negativo e, indi per cui,... Leggi di più mi fu diagnosticata la sindrome del colon irritabile. Ad Ottobre 2017 ebbi dei seri problemi di stomaco, sfociati poi in tre notti di bruciore di stomaco devastante misto a diarrea, con contestuale visita al pronto soccorso. Rivolgendomi al gastroenterologo, mi sottoposi dopo pochi giorni alla gastroscopia e, l'esito fu quello unicamente della ernia jatale (patologia che sapevo già di avere, avendo eseguito in passato altre due gastroscopie).Dagli eventi dell' ottobre 2017 fino a circa luglio 2018, però, ho avuto alcuni occasionali attacchi di diarrea mai verificati in passato, circa uno alla settimana; da metà agosto a oggi, purtroppo, tali sintomi si sono palesemente aggravati. Al momento, alterno diarrea, feci dure, feci filiformi ( attenzione, non sottili, di spessore ordinario ma schiacciate), e anche feci ordinarie. La diarrea e le feci dure sono le manifestazioni più frequenti! Le evacuazioni, comunque, avvengono circa ogni 24 ore.Da segnalare è come ho spesso fastidi o dolori tenui alla parte bassa del colon. Avvertito il medico di famiglia, sono stato sottoposto pochi giorni fa alle analisi di emocromo, ferro, ves e pcr. Le analisi hanno avuto fortunatamente esito negativo ( la ves è di pochissimo più alta del valore massimo, ma il medico mi riferisce come la ves sola sia ininfluente, essendo fondamentale la pcr, nel mio caso perfetta)Il suddetto medico rileva una diagnosi di colon irritabile. In verità, temo si possa trattare di qualche patologia più grave, non sono tranquillo e sto vivendo in forte ansia. In passato ho avuto problemi seri agli occhi che venivano ritenuti stress e poi, invece, si sono rilevati glaucoma con contestuale rovina del nervo ottico. Ecco perchè, in questa situazione, sono in ansia. Spero in un vostro consulto.Grazie per l'attenzione