12-06-2018

Fenomeni di stordimento

Salve, ho 20 anni. Circa un mese e mezzo fa ho avvertito per la prima volta una vibrazione molto cupa nell'orecchio sinistro. Questa è durata circa 4 giorni, sono riuscita a conviverci bene poiché nelle ore diurne neanche la avvertivo. Dopodiché, ahimè, ho avuto un incidente, il 25 di aprile. Mi trovavo nel sedile posteriore, e, come di routine, afferravo con il mio braccio sinistro il poggiatesta del conducente, quindi ho strattonato un po' il braccio in questione. Non mi sono fatta male, ma ho avvertito nei giorni seguenti un dolore al braccio, sopportabile. È poi ricominciata la vibrazione, durata circa 2/3 giorni. Una volta terminata, è cominciato un senso di stordimento perenne che da 15 giorni mi perseguita, senza tregua. Mi sento come dentro una bolla di sapone, ho un senso di ubriachezza perenne e a volte trovo sollievo sdraiandomi sul letto e poggiando la testa su due cuscini.

Ho avuto subito paura di avere l'acufene, così, una settimana fa, mi sono rivolta ad un otorino che mi ha fatto un controllo di routine e una visita audiometrica, non riscontrando nulla. Mi ha consigliato di farmi vedere da un osteopata, o da un fisiatra, ma ancora non l'ho fatto. Ieri sono stata da un fisioterapista, che facendo delle manipolazioni mi ha fatto avvertire del dolori sul collo e mi ha detto che avrei dovuto continuare a vederlo, che probabilmente avrei risolto così. Purtroppo non sono molto fiduciosa e credo che questo possa dipendere piuttosto dal sistema vestibolare poiché non riesco a muovermi con la stessa disinvoltura di prima. Ad oggi avverto ancora quelle vibrazioni e questo senso di confusione, oltre che la sensazione che il mio orecchio sinistro sia attappato, anche se poi in realtà quando sento un rumore, lo sento più forte proprio dal mio orecchio sinistro, come se fosse più "sensibile" ai rumori. Spero davvero di essere indirizzata da qualcuno, non so più cosa fare e, tra le altre cose, essendo un soggetto molto ansioso, tendo a farmi prendere dal panico.. grazie in anticipo.

Cordiali Saluti.

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta

I sintomi descritti sono molto aspecifici e di difficile interpretazione. Se l'ORL non ha trovato nulla di rilevante può tranquillizzarsi. Se però i disturbi persistono anche dopo fisioterapia senta il parere di un Neurologo.

TAG: Esami | Giovani | Malattie neurologiche | Medicina fisica e riabilitativa | Neurologia | Orecchio | Otorinolaringoiatria | Sistema nervoso