Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

30-09-2012

follicolite amicrobica

Egregio Dottorevolevo sottoporre alla sua attenzione il mio caso; premetto di avere 39 anni, di essere sieropositivo da oltre 10 anni ed in cura antiretrovirale da 5 anni, facendo presente che il mio assetto viroimmunologico è buono avendo più di 700 Cd4 e viremia azzerata da oltre 4 anni; detto questo le scrivo in quanto da circa 8 mesi mi sono venute sull' intero corpo svariate pustole (identiche a quelle da acne, di cui ho sofferto in gioventù), che interessano maggiormente viso, braccia e schiena. Mi sono rivolto ad un dermatologo che mi ha diagnosticato una follicolite eosinofila per la quale mi ha prescritto l'assunzione per 45 giorni di una cp di lamisil 250 al giorno e una cp 3 volte alla settimana di zitromax 500, ma, pur essendo ormai passati 20 gg dall'inizio di questa terapia, i risultati sono scoraggianti. Infatti le pustole vecchie si stanno risolvendo, malgrado lascino inizialmente arrossata la zona in cui erano localizzate e successivamente rimanghino macchioline scure da iperpigmentazione talvolta con cicatrici evidenti; ma ciò che mi preoccupa oltre è la proliferazione di nuove bolle con pus soprattutto quando sono sotto pressione lavorativa e/o quando sudo; pertanto la situazione appare cronicizzarsi con pustole e successive cicatrici, peraltro evidenziate dal fatto di essere più scure.Purtroppo, data la mia sieropositività, non mi è concessa l'assunzione di cortisonici neppure per uso topico e mi chiedevo se esista una terapia alternativa a quella steroidea, ma più incisiva di quella che attualmente sto seguendo, che possa debellare e/o tenere sotto maggior controllo questa follicolite di cui non riesco a liberarmi e che mi sta complessando non poco anche nell'esporre le zone interessate quando esco e/o negli approcci intimi che potenzialmente possono capitarmi essendo single.Chiedo pertanto quale terapia, confidando nel suo giudizio, possa essere maggiormente responsiva e/o risolutiva della dermopatia in questione. Grazie
Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria DevillanovaDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

E' caratterizzata dal fatto che la pustola non presenta batteri, quindi è amicrobica e si trova spesso una eosinofilia ematica, pertanto non capisco ola terapia con antifunginei ed antibiotici. Ha fatto un tampone della pustola? una biopsia? Penso che debba essere rivalutata tutta la situazione.

Cordiali saluti
 

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!