G.mi dottori, buongiornoMio papa', anni 68, ha eseguito un test routinario del sangue che ha evidenziato un PSA = 4.3 ng/ml. Circa 2 anni fa il valore era quello di un ventenne (0.7).L'ho rispedito immediatamente in laboratorio, per rieffettuare il dosaggio del PSA Totale piu' il rapporto PSA libero/PSA tot.Inoltre gli ho preso una visita dall'urologo.Mio padre non ha avuto mai alcun problema urologico e tuttora NON HA SINTOMI DI SORTA.Il fatto che l'aumento del PSA sia avvenuto in un breve arco temporale puo' deporre per una possibile neoplasia? Chiaramente la risposta definitiva verra' datoadall'ecografia piu' biopsia, ma le chiedo, in base alla sua esperienza, se valori cosi' poco "mossi" del PSA TOTALE (unico dato che per ora posso mio malgrado fornirle) possano essere compatibili con neoplasie e, in caso affermativo, quanto possano essere estese (spero che ci sia un rapporto di proporzionalita' diretta tra valore del PSA e estensione della eventuale neoplasia). Solo per sapere cosa mi posso ragionevolmente attendere. Spero che mi possa rispondere al piu' presto, dato che quest'incremento cosi' repentino del PSA mi insospettisce e molto. Vi ringrazio infinitamente. Riccardo