13-03-2008

Gent.mi dottori, ho 43 anni (cm 176 x 68 kg). mi

Gent.mi Dottori, ho 43 anni (cm 176 x 68 kg). Mi è successo un fatto strano: circa un mese fa mi sono misurato la pressione ad un orario insolito (le 4 del mattino) ed ho riscontrato un valore medio di 150/100. Da quel giorno mi sono inconsciamente ritrovato in uno stato ansioso, associato a volte a moderata tachicardia. Aggiungo, inoltre, che erano anni che non misuravo la pressione, che sono sempre stato un tipo abbastanza nervoso, che da molti anni ho una leggero stimolo di tosse, a volte più intenso, a volte meno (soprattutto d'estate) e che svolgo vita piuttosto sedentaria. Infine nel 1987 mi è stato diagnosticato un blocco di branca destro incompleto. Da un recente esame cardiologico risulta: sdoppiamento del primo tono, stato ansioso, pressione 150/100 Ho quindi misurato giornalmente la pressione con i seguenti valori medi: 142/92 Qualche giorno fa ho effettuato anche un ecocardiogramma con il seguente risultato: Dtd Vsx 45 mm, RAO 38 mm, Dts Vsx 26 mm, Atrio sx 40 mm, SIV 11 mm, FE 60%, PP 11 mm, Vdx 29 mm, PASP 26 mmHg Conclusioni Ventricolo sinistro di normali dimensioni e spessori ai limiti alti della norma. Performance sistolica globale conservata senza chiari deficit segmentari. Pattern di riempimento come da alterato rilasciamento. Lieve sclerosi della radice aortica che appare ectasica (aorta ascendente 34 mm); semilunari di normale morfologia e movimento di apertura con incompleto collabimento diastolico e rilievo eco-Doppler di insufficienza valvolare di grado lieve. Atrio sinistro di dimensioni ai limiti alti della norma. Lieve prolasso telesistolico del lembo valvolare posteriore con rilievo eco-doppler di insufficienza valvolare di grado lieve. Sezioni destre di dimensioni lievemente aumentate con normale cinesi della parete libera del ventricolo destro. Setti apparentemente integri. Al Doppler: insufficienza valvolare mitralica e tricuspidale di grado lieve. Si consiglia profilassi antibiotica per qualsiasi tipo di intervento chirurgico. La dottoressa che ha eseguito l'eco mi ha consigliato di ridurre la pressione arteriosa con farmaci e di eliminare lo stato ansioso. A tal proposito il mio neurologo mi ha ordinato una cura a base di Cipralex e Xanax. C'è da preoccuparsi? La tosse può dipendere dal cuore? Posso svolgere attività fisica (anche cyclette)? L'attività sessuale è sconsigliata? L'aorta tenderà a dilatarsi o potrebbe stabilizzarsi o tornare normale? Grazie infinite!
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Deve stare abbastanza tranquillo. Lei presenza un prolasso valvolare mitralico associato a lieve insufficienza valvolare che deve essere controllato con cadenza biennale ed, a tale scopo, è indicata, come già suggerito, la profilassi antibiotica per l’Endocardite Batterica. Deve peraltro tenere controllata la pressione arteriosa eventualmente con uin Ace-Inibitore anche a basso dosaggio tipo Perindopril 2 mg/die o Ramipril 2,5 mg/die. La tossa non ha, al momento, cause cardiologiche. Può tranquillamente svolgere attività fisica che le sarà utile anche per ottenere un ottimale controllo dei valori pressori. Anzi programmerei anche un Test Ergometrico (Test da Sforzo). Non è sconsigliata l’attività sessuale. Se terrà sotto controllo la pressione arteriosa il calibro aortico potrà stabilizzarsi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare